FaceApp, l’app del momento mette a rischio la privacy

FaceApp

Nel corso degli ultimi giorni si sta parlando con sempre maggiore insistenza della nuova applicazione del momento, che tutti conoscono con il nome di FaceApp. Insomma, il titolo perfetto per capire quale potrebbe essere il proprio aspetto una volta diventati vecchi. Ebbene, agli ultimi allarmi legati alla privacy, se ne sta aggiungendo un altro ancora più pericoloso.

Le applicazioni, al giorno d’oggi, ci girano intorno nella vita di tutti i giorni, ma è necessario saperle usare con cura e discrezione. Ad esempio, il mondo del gambling online è stato del tutto rivoluzionato da parte delle apposite app per device mobili. Basta provare gratis tutti i videopoker dei casino online per comprendere di essere di fronte ad un’esperienza di gioco veramente eccezionale, in modo particolare accedendo da mobile.

FaceApp: download da record, ma la questione privacy rimane aperta

FaceApp è il titolo del momento: non c’è utente che non abbia pubblicato la foto di come dovrebbe essere tra una trentina d’anni. Eppure, non smettono di rincorrersi le critiche e le ammonizioni di chi consiglia di stare ben alla larga da applicazioni del genere, visto che a rischio c’è la propria privacy che verrebbe violata ben più di una volta.

In questo caso, però, FaceApp finisce nell’occhio del ciclone per un altro motivo, altrettanto preoccupante. Infatti, pare che stia circolando una versione completamente falsa di questa applicazione: dopo che gli utenti la installano, infatti, si trovano lo smartphone pieno zeppo di virus e altre minacce informatiche.

Un gruppo di ricercatori di Kaspersky, un’azienda che lavora proprio nel settore della sicurezza informatica, ha voluto mettere in guardia tutti i propri utenti, ammettendo che sul web ci sia un’app fake che va ad infettare i vari device, facendoli “scoppiare” di pubblicità.

Ecco come agisce l’app fake di FaceApp

L’applicazione originale di FaceApp, al contrario, fa della semplicità d’uso un vero e proprio punto di forza. Il problema, però, è il modo con cui si giunge fino alla fase in cui si può modificare il proprio volto adattandolo al passare degli anni. Infatti, per poter compiere tale operazione serve inserire un bel po’ di dati e informazioni sensibili, che potrebbero essere sfruttate da tutte le aziende partner dell’app.

Invece, la versione fake dell’app che sta circolando sul web non consente agli utenti di trasformare la propria foto attuale in una da vecchi, ma è in grado di simulare un vero e proprio malfunzionamento. Nel momento in cui gli utenti provvedono a toglierla dal proprio smartphone, ecco che diffonde un virus, che è stato già ribattezzato MobiDash. L’obiettivo di questo malware si può intuire molto facilmente: ovvero, riempire lo smartphone di così tanta pubblicità da sembrare letteralmente travolto. Non è un caso, quindi, se si consiglia di non scaricare app da negozi online non ufficiali.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*