ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

lunedì 9 aprile 2012

Idee x la Città: Un monumento a Gesù, all’ingresso del viale che porta al cimitero

Gli spazi urbani possono diventare luoghi significativi, non solo per i cristiani. Un esempio?
L’idea di realizzare un “monumento” a nostro Signore Gesù (v. immagine). Dove?
All’ingresso del viale che porta al “Campo Santo”.
Di che si tratta?
Della ricostruzione dell’ultima dimora terrena di Cristo, da realizzare in un “piccolo Tempio”, il cui interno sia fedele all’originale sepolcro di Gesù; un esempio più prossimo lo abbiamo nella Chiesa della vergine Maria e dei S. Martiri a Molfetta.
Come si può notare dall’immagine, questo tempietto è affiancato da due alberi: l’ulivo e la palma dal forte significato biblico e simbolico, che senz’altro già conoscete. (* qualora non sapesse dei loro significati in calce all’articolo sono ricordati).

In quello che si propone, centrale è il crocefisso rappresentante la fine del calvario, e l’inizio del riscatto con la salita al Cielo, con successiva manifestazione di rinascita del suo tempio spirituale 3 giorni dopo la morte terrena.

Questa “opera”, dunque, può essere comunicativa oltre che commemorativa, ricordando ai fedeli, che si recano a raggiungere i cari estinti, che anch’essi risorgeranno come Gesù alla fine dei tempi.

Il Cristo in croce può avere un volto simile a quello della Veronica di Manoppello; la sua realizzazione la si può commissionare ai padri pulsanensi, che pure in quanto a “vera icona” sono maestri.
E magari realizzare una riproduzione del volto della Sacra Sindone, da posizionare in un luogo opportuno nel sepolcro ricostruito.

Questa opera la si può realizzare a costi contenuti, anche grazie a sponsor privati. La parte più costosa è la realizzazione del “Tempio” con annesso sepolcro, simile a quello in Terra Santa.
Si può pertanto interessare qualche azienda edile, che realizzi gratuitamente, oppure a prezzo di costo l’opera abbozzata nell’immagine.
Per quanto concerne l’ulivo e la palma da piantare, si è pensato all’ufficio dipartimentale della forestale, che opera a costi contenuti; oppure a qualche altro sponsor privato magari operante nel settore vivaistico.

L’iniziativa è aperta pure ad altri sponsor, che vorranno contribuire a realizzare quello che può essere definito: “un fazzoletto di Terra Santa, nella propria Città”; e per chi non crede “un semplice e significativo arredo urbano.”
Attivandosi sin d’ora, per la prossima Pasqua di Resurrezione di nostro Signore a Manfredonia, i sipontini potranno annoverare un altro luogo di sosta spirituale, che l’animo, e non solo, può gratificare.
  • *Le tradizioni giudaica e cristiana fanno dell’olivo un simbolo di pace: alla fine del diluvio, la colomba porta a Noè proprio un ramo di olivo.
  • La palma, il ramo, la fronda verde sono universalmente considerati simboli di vittoria, di rigenerazione. Al tempo di Gesù, si proclamava la sua regalità acclamandolo con rami di palma. 
  • La domenica delle Palme noi celebriamo questo avvenimento con l’olivo benedetto.


Benedetto in arte Ben Acta


Se anche voi, avete dei progetti, idee, consigli, per arricchire e migliorare la nostra città, e volete condividerli sul nostro blog, per un confronto costruttivo e per dare una maggior visibilità alla vostra idea, potete inviarci il tutto sulla nostra posta elettronica:

staff@sipontoblog.it, o info.siponto@gmail.com

Naturalmente, inviateci, anche le foto e una breve descrizione dell'opera. Magari, in un futuro, avrete la possibilità di essere presi in considerazione, da chi di competenza, per veder realizzata la vostra opera!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

e le persone che vivono a manfredonia ma sono di un'altra religione? e perché non rifare le strade?"

Anonimo ha detto...

l'idea di costruire monumenti non sarebbe male: renderebbe manfredonia più simile alle altre città. Ad esempio le rotatorie, invece di essere delle semplici piazzole di cemento o di terra, potrebbero essere arricchite con statue o fontane."

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.