ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

lunedì 26 marzo 2012

Manfredonia: Riccardi, "Quei quattro ragazzi arrestati, non rappresentano la gioventù sipontina"

Unanime la condanna del vile gesto di quattro giovani nei confronti del loro ex professore. Il sindaco Riccardi: “Non è quel gruppo di giovani che rappresentano la gioventù di Manfredonia anche se quei quattro giovani non vanno lasciati soli”.
Ancora una volta Manfredonia è salita suo malgrado agli onori (ma sarebbe più corretto dire al disonore) della cronaca nazionale per un increscioso e odioso episodio di cui si sono resi protagonisti quattro giovani locali tra i quali due minori. 
Grave e pesante l’accusa loro rivolta dagli inquirenti: concorso in estorsione ai danni di un loro ex professore di scuola media per giunta con difficoltà motorie.
La Polizia ha provveduto a porre fine a quella che era divenuta una vera persecuzione per il poveruomo come lo stesso ha ammesso. 
La Giustizia farà ora il suo corso, ma rimane la vicenda di un pervicace atto di violenza di giovani per di più studenti ordita con fredda determinazione nei confronti, aspetto quanto mai ripugnante, di un loro insegnante, una persona peraltro non in grado di difendersi.

Il sindaco Angelo Riccardi si è reso interprete dello sbigottimento e dello sdegno dell’intera città, esprimendo al professore la propria vicinanza e l’esecrazione del comportamento di quei quattro giovani.
Riesce difficile – ammette – pensare a giovani capaci di tanto. 
Ma ne dobbiamo prendere atto sia pure con dolore, per delle riflessioni necessarie nelle quali l’intera città è coinvolta. 
Va subito rilevato che non sono quei quattro ragazzi che rappresentano la gioventù di Manfredonia
Nelle mie funzioni di sindaco, ho frequentemente modo di avere a che fare con nostri giovani che con il loro operato esaltano i valori fondamentali del vivere comune, dell’ingegno, della responsabilità. Sono la gran parte. 
Un esempio per tutti: i giovani studenti del liceo che si sono distinti nel certame di matematica. Spesso purtroppo si è portati ad esaltare più le negatività che le positività che ce ne sono tante e in misura maggiore e migliore delle prime”.

Ma – afferma Riccardi - non possiamo dimenticare o mettere da parte quei ragazzi che forse, anzi certamente, circostanze sfavorevoli li hanno deviati dalla retta via. 
E’ verso di loro che occorre appuntare l’attenzione di tutti, delle istituzioni come della società nelle sue varie componenti. 
La famiglia innanzi a tutto. E’ qui che si forma la persona: con i primi vagiti vanno somministrati anche i buoni insegnamenti che vanno reiterati di continuo magari con il buon esempio.
I comportamenti degli adulti sono fondamentali. 
Su questo versante devo purtroppo rilevare – annota - come in città ci sono troppi comportamenti non improntati a correttezza civica
Siamo tutti, senza distinzione alcuna, ciascuno nei rispettivi ruoli, impegnati ad accompagnare la nostra città verso fortune migliori e lungimiranti. 
Anche quei quattro giovani, sono certo, sapranno fare ammenda dei loro errori e trovare la giuste motivazioni per guardare avanti e valorizzare le proprie esistenze”.

Ufficio Stampa e Comunicazione

Comune di Manfredonia (FG)

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Carissimo Angelo,dopo il grandissimo e sbandierato progetto delle BANDE(MUSICALI)DI PERIFERIA,ed i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti,quale altro PROGETTO,si stà preparando ,per altri giovani di periferia e non solo per quelli,visto il DISAGIO di tanti giovani e relative famiglie?Hai ,purtroppo,dimenticato le tue origini;hai raggiunto il successo,come tanti, legati alla politica ,in questa nostra città cenerentola,ma i tempi,purtroppo,non sono quelli dei tuoi e dei mie genitori.Questi giovani hanno bisogno di sentirsi utili e non inutili,altrimenti,prima o poi,ce li ritroveremo contro ed in malo modo.La ricchezza ,di determinati personaggi,NON SIGNIFICA SICUREZZA,nè si possono mettere le grate o le guardie del corpo,quando si và in giro .Occorrono progetti di studio ,reali e convincenti e NON CARROZZONI,come alcune scuole,cosiddette professionali o formative.I giovani,provenienti da famiglie disagiate,se sono geni,capiscono da soli,qual è la loro strada.Ma siccome,credo che,non tutti lo siamo,per questi giovani,ci vuole un impegno ,costante e a lungo termine,per cercare di spingerli,verso attività legali e non criminose.Ti sei,circondato di lupi famelici,che pensano a sistemare figli,nipoti,mogli,amanti e chi più ne ha,più ne vuole avere.Ti risulta,che in molte famiglie entrano più stipendi ed in altre NIENTE?Un buon Amministratore,per amministrare,deve informarsi e NON FARSI RACCONTARE o RIFERIRE.La mia cara CITTA' ,non ha punti di riferimento se non la strada e purtroppo questa,non porta mai troppo lontano.

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.