ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

sabato 27 agosto 2011

Manfredonia: Ritrovate 131 scatole di ostriche da 400 kg, abbandonate sul fondale marino

Nella mattinata odierna i militari della Guardia Costiera di Manfredonia hanno portato a termine un’importante attività di polizia marittima, rinvenendo 131 scatole di ostriche, pari a circa 400 kg. di peso, abbandonate sul fondale marino all’interno del locale porto commerciale, più precisamente nei pressi della banchina di tramontana.
Il prodotto ittico in questione, recuperato a seguito di apposita attività subacquea, è stato prontamente sottoposto alle valutazioni del competente Servizio Veterinario della A.S.L. di Manfredonia, che ne ha appurato la non vitalità e il “cattivo stato di conservazione”.

I molluschi, posti sotto sequestro per violazione dell’art. 5 lettera “b” della Legge n°283/1962, sono stati avviati a distruzione su disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.
Il Comando della Capitaneria di porto di Manfredonia seguiterà nel compimento di tutte le ulteriori attività d’indagine necessarie a identificare i possibili autori del reato in questione.

Guardia Costiera di Manfredonia

1 commenti:

Anonimo ha detto...

chissà per quale ristorante erano destinate!Nel porto inquinato e melmoso,ambiente ideale per la conservazione!E' possibile che nessuno abbia visto o stavano perlustrando il fondale del porto?Chi ha visto,parli,perchè è un attentato alla Salute Pubblica!Quando scoprono ristoranti,negozi alimentari,pescherie ecc.ecc.,sarebbe opportuno fare fare i nomi.Solo in questo modo si tutelano i consumatori!Diversamente,potrebbe accadere,quanto accaduto ad una azienda conserviera di una città,del basso Tavoliere,dove il danno,per il settore delle CONSERVE,si è esteso ad altre Aziende che trattavano i prodotti secondo regola.

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.