ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

mercoledì 25 luglio 2012

Manfredonia: Disponibili gratuitamente, palette, buste e guanti, per raccogliere le deiezioni dei cani

In più occasioni abbiamo parlato dell'impegno che sta profondendo l'Amministrazione nel tentativo, sin qui poco produttivo, di arginare i fenomeni di inciviltà che troppo spesso contraddistinguono la nostra città.
I vandalismi, i danneggiamenti della cosa comune, l'abbandono di rifiuti in ogni dove, l'assenza della cultura del rispetto verso il prossimo, la mancata osservanza delle regole non scritte del vivere civile sono tutti fenomeni che necessitano di un argine che non può essere costituito solo dall'Ente che di volta in volta emana e diffonde direttive o dal personale preposto ai rilievi del caso, ma necessitano della piena collaborazione di ogni singolo cittadino.
Un esempio evidente è rappresentato dalla problematica, perché tale è ormai divenuta, legata alle norme che stabiliscono il rapporto tra gli esseri umani ed il loro migliore amico per definizione: il cane.
Il Comune di Manfredonia ha sin qui promosso e sostenuto iniziative di sensibilizzazione per la tutela ed il benessere degli animali cercando di migliorare la convivenza tra le persone e gli animali nella nostra città e, nell'ambito della propria attività istituzionale, promuovere, disciplinare e coordinare la tutela degli animali da affezione, anche al fine di scongiurare fenomeni di aggressione da parte di cani randagi, nonché perseguire gli atti di crudeltà ed i maltrattamenti degli stessi e prevenire il loro abbandono.

Come ammette il Sindaco, Angelo Riccardi, nella missiva che stanno ricevendo tutti i detentori di cani registrati presso l'Anagrafe canina (si ricorda che i proprietari e detentori a qualsiasi titolo di cani devono farne denuncia all’Anagrafe canina istituita presso il Servizio Veterinario del Distretto di Manfredonia – ASL FG di Via Barletta, oppure presso l’Ambulatorio Veterinario ASL sito presso l’E.N.P.A. in località Posta del Fosso):
 “Ho ricevuto e continuo a ricevere da molti cittadini lamentele, a volte amare, spesso risentite, e rimproveri e accuse sulle tante ed insopportabili deiezioni canine che invadono ogni minimo spazio verde e i viali e le strade che, soprattutto d’estate, sono maggiormente frequentate: lo spettacolo è indecoroso oltre che pericoloso per la salute. 
Ho tentato in modi diversi di arginare il fenomeno, ma i risultati, niente affatto confortanti, mi spingono a fare un tentativo nuovo che si basa su un principio fondamentale del vivere insieme: la collaborazione”.
E' questo il fulcro del discorso, il miglior antidoto ed il più duraturo: collaborazione nel recitare ognuno la propria parte per restituire la città ai suoi legittimi proprietari, che non sono certo i maleducati che perseverano nei propri atteggiamenti dannosi dell'altrui salute ed incolumità.
Per quanto è vero che, come da apposita ordinanza sindacale, è fatto obbligo ai proprietari di cani di essere sempre muniti, durante la permanenza sul suolo pubblico, di idonei attrezzi (paletta e sacchetto di plastica) per la raccolta degli escrementi dello stesso e provvedere immediatamente alla completa pulizia qualora l'animale abbia ad imbrattare il suolo pubblico, è altrettanto vero che sono davvero in pochi a rispettare le regole e far sì che ci si attenga all'ordinanza è impresa ardua vista la diffusione numerica, estremamente vasta, del fenomeno.

Il Comune fornisce degli ulteriori strumenti, per instillare un barlume di cultura del rispetto in chi si trincera dietro sciocche e pretestuose scusanti per non adempiere ai propri doveri, e rende noto innanzitutto che ogni detentore di animale registrato all’Anagrafe canina riceverà nei prossimi giorni una brochure illustrativa accompagnata da una lettera del Sindaco con i chiarimenti del caso.
Identico materiale sarà possibile reperirlo presso le farmacie, i punti veterinari, il rifugio per cani E.N.P.A., il Servizio Veterinario del Distretto di Manfredonia – ASL FG e l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (U.R.P.) del Comune di Manfredonia.
Una seconda, e sicuramente gradita, novità è costituita dal materiale di cui ogni detentore di cane si potrà dotare, gratuitamente, presso la sede dell’A.S.E., situata in via Tratturo del Carmine n. 14 (infotel 0884.542896): un apposito pacco con la famigerata paletta, le relative buste ed anche i guanti per la raccolta delle deiezioni del proprio cane.

In fase di elaborazione vi è, inoltre, una pagina multimediale sul sito del Comune - chiosa il Sindaco Riccardi - con tutte le informazioni necessarie per un corretto rapporto con i cani per evitare spiacevoli inconvenienti. 
Per il prossimo anno scolastico sono previste lezioni di specialisti per gli alunni delle scuole elementari e medie”.
Non possiamo certo chiedere ai nostri cani di provvedere in proprio alla raccolta delle deiezioni, altrimenti lo farebbero senza le esitazioni che invece contraddistinguono tanti dei loro padroni, ed allora il modo migliore per uscire da un impasse che danneggia la città ed i suoi abitanti è uno solo: rimbocchiamoci metaforicamente le maniche e raccogliamo le deiezioni senza aspettare che siano non meglio specificati "altri" a farlo al posto nostro.
Convivere in maniera civile vuol dire avvalersi dei propri diritti senza ledere quelli degli altri.

Ufficio Stampa e Comunicazione 

Comune di Manfredonia (FG)

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Non è cambiato niente!Evidentemente la gente si stà stancando di tutto e di tutti,per cui ci si avvia verso quell'apatia che rende le città brutte,sporche e cattive!I nostri Amministratori?Solo proclami e spese per accontentare qualcuno!Incominciassero a multare i proprietari dei cani sprovvisti di palette ,buste e quant'altro occorrente alla eliminazione delle merde .Se ai proprietari fà schifo maneggiare gli stronzi dei loro cani,perchè dovremmo tenerceli noi cittadini?

Anonimo ha detto...

bisogna multare di più... ma molto di più, sia i padroni dei cani sprovvisti di palette e buste, sia gli automobilisti indisciplinati, sia i motociclisti spericolati

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.