ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

lunedì 2 luglio 2012

Manfredonia: Comparto CA12, pronto tra 3 anni, alla cerimonia assente il comune... (Video)

Si è svolta venerdì scorso la cerimonia di posa della prima pietra, nel nascente comparto CA12, presenti oltre ai lottizzanti anche una delegazione dell'ormai famoso gruppo di Facebbok "Noi dei comparti CA" che in silenzio, e fuori dall'area da lottizzare, hanno fatto sentire il loro disappunto.
Cerimonia presenziata da un Don Michele Nasuti, più raggiante del solito, tra battute e benedizioni varie, ha avuto una parola per tutti, sia in bene che in male.
Un evento significativo per i futuri residenti, una svolta, vedere finalmente partire i lavori, dopo lunghe attese e la speranza di avere presto un tetto su cui dimorare.

Significative le parole di Don Michele, che hanno fatto sorridere, ma anche riflettere i presenti, " Signore fa che i costi delle abitazioni non aumentino e le varianti siano tutte previste nel prezzo iniziale,  che la casa sia solida e che gli imprenditori guadagnino qualcosa, altrimenti, se non c'è chi ci guadagna, le vostre case , ve le potete pure scordare...".
Presente il presidente del comparto Luigi Olivieri, assente eccellente l'amministrazione comunale, che nonostante abbia dato tutte le autorizzazioni necessarie all'avvio dei lavori, non ha potuto partecipare alla cerimonia, probabilmente per impegni importanti...cosa che ha lasciato molta delusione tra i presenti.

"Dagli errori fatti negli altri comparti abbiamo capito molto, sia noi che i lottizzanti, cercheremo di terminare i lavori entro i 3 anni, qui, le cose sono diverse, anche perchè si procederà per lotti funzionali, ovvero non si costruisce tutti insieme, si va avanti nella costruzione solo dopo aver terminato tutte le opere, compreso quelle di urbanizzazione
Inoltre, qui siamo in pianura, e non abbiamo problemi di quote, che tanto ci hanno fatto penare negli altri comparti" le parole di Antonio Sdanga , costruttore presente con oltre il 40% dei lotti.
Dello stesso parere sono gli altri costruttori, "Con l'avvio di questo comparto sbloccheremo la situazione di stallo, che c'è in termine lavorativo e daremo una boccata di ossigeno alla traballante economia della nostra città"
"Di problemi ci sono anche qua, come la fogna nera, ma questa volta cercheremo di risolverli fin da ora, senza arrivare a ridosso della consegna degli appartamenti"

Buoni propositi, che non vedono di buon occhio, i ragazzi che pacificamente hanno affisso degli striscioni al di fuori dell'area, "Siamo contenti che l'amministrazione comunale non ci sia, anche perchè dopo aver promesso, che i lavori del CA12, sarebbero partiti, solo dopo la fine delle opere dei nostri comparti, oggi la loro non presenza, è significativa, non sanno più dove mettere la faccia" commenta qualcuno esasperato del gruppo.
"Noi, non siamo contro nuove costruzioni, ma non è giusto che mentre noi viviamo nella polvere, paghiamo interessi passivi sui mutui (a causa della mancata agibilità, che nelle cooperativa è un requisito importante per fare gli atti ed accollarsi il mutuo diretto) o affitti, perchè non si decidono a completare le opere, qui si comincia a scavare, magari iniziando un altro calvario per i futuri residenti come quello che stiamo passando noi"

La discussione è continuata quando Gianni Rotice,  si è fermato spontaneamente con i ragazzi, per spiegare i problemi e le sue soluzioni, tante le domande poste, forse molte, senza soluzione.
"La cosa che ci auguriamo e che l'amministrazione comunale metta a conoscenza i futuri acquirenti della nuova lottizzazione dei progetti della rete idrica e fognante, con dei report mensili sul sito istituzionale del comune, in modo che sia tutto sotto controllo, non come da noi, che ogni volta si cerca di nascondere qualcosa o qualcuno." 
"Inoltre come si supereranno i problemi dell'acqua e della fogna nera?, con condutture già sotto dimenzionate e ora soggette a nuove utenze?"

Da più parti, è stato detto che il CA12, sarà tutta un altra storia, aspettiamo e vediamo, noi saremo qui a raccontarvelo....




6 commenti:

Anonimo ha detto...

Quante brave persone....

Anonimo ha detto...

Quanti "mbrugghia purc"

Anonimo ha detto...

Perchè definirle BRAVE PERSONE,quando la colpa di tutto è di chi li spalleggia?Fatevi ,la mattina dalle ore 7,00 circa e fino alle ore 8,30,e vedreste i nostri capi confabulare , giocare e chiacchierare allegramente,con i palazzinari di Manfredonia.E non solo loro,i nostri capi e capocchietti,ma anche coloro che VINCITORI DI CONCORSI e quindi responsabili di quello che avviene nei comparti,discutere ................fuori del Palazzo e quindi dagli uffici competenti,........pensando che nessuno li conosca........ per le responsabilità che hanno ecc.ecc.....,oppure siano cretini al punto che non si possa immaginare cosa stiano combinando.Altro che patrimoniale.... !

Anonimo ha detto...

Ma che ci fà..... un consigliere, se non erro Ex, vicino al presidente del Consorzio..... è un acquirente o altro......... Probabilmente fa le veci dell'Amministrazione attuale...... Tanto sono fatti della stessa pasta

Anonimo ha detto...

Ci stanno succhiando il sangue !!!!!! Sono tutti daccordo politici e costruttori..... NON C'E' LA FACCIAMO PIU'.... CI MANCA CHE VI PRENDETE LA NOSTRA VITA...................

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE: si tratta di una mera strategia di marketing dell'impresa costruttrice, volta a rastrellare nuovi fondi da ignari acquirenti, che non si rendono conto di finanziare il palazzinaro a "costo zero", assumendosi invece tutti i rischi economici se l'opera non verrà conclusa.
Provate a chiedergli il rilascio contestuale di una POLIZZA FIDEIUSSORIA a garanzia degli acconti versati, come prevede la legge, e valutate attentamente la risposta (tipo: non si fa a nessuno ..., gli Istituti di Credito ed Assicurativi non la rilasciano ..., i costi sono a carico dell'acquirente ... ecc. ecc.).
Mi raccomando non accontentatevi della promessa del rilascio su richiesta dell'acquirente con facoltà per il costruttore di risolvere "automaticamente" il contratto in caso di sua inadempienza (sic! scrivono così), poiché oltre che essere una clausola vessatoria, quindi ai limiti della legalità, costituisce UNA GROSSA FREGATURA per l'acquirente, il quale, nella migliore delle ipotesi, potrebbe ottenere la sola restituzione (senza interessi) degli acconti di danaro tracciati in bianco, con buona pace di quelli dati "a nero".
In conclusione: NO POLIZZA, NO DINERO (né bianco e nè nero).
Un miracolato.

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.