ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

mercoledì 11 luglio 2012

Gargano: Niente Metro Mare...Gara deserta

Nonostante il finanziamento della Regione Puglia di 600.000 euro per soli 51 giorni di servizio per il  collegamento tra Manfredonia e Rodi, con due fermate intermedie di Vieste e Peschici, che come scritto in un nostro post equivalevano a circa 10.000,00 euro al giorno, il bando per l'affidamento del Metro Mare Gargano è andato deserto...questo è un dato che fa molto riflettere sullo sviluppo e il futuro del nostro territorio!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi sembrava strano.....era troppo bello per essere vero....purtroppo qui da noi non funziona mai un cazzo....e i soldi se li intascano sempre loro....ma andate a cagare voi e le vostre chiacchiere....e poi parlano di intercettare il turismo!!!

Anonimo ha detto...

L'acqua è poca e la papera non galleggia!Il Turismo è tanto,per cui ne possiamo fare a meno ,come abbiamo fatto fino ad ora.La considerazione che la politica,a tutti i livelli,ha avuto per il Gargano e la Daunia-Capitanata,lo hanno sempre dimostrato,pensando solo ed esclusivamente ai c.... loro!Poi,in tempo di crisi...c'è chi vorrebbe specularci ,per cui.....il cetriolo ,zompa e zomkpa e va a finire sempre nel di dietro(leggasi CULO!) dell'ortolano.Se in altre zone,con acqua sporca ma con tante strutture ricettiver,come stiamo sentendo,il turismo si è ridotto all'osso,cosa volete che arrivi qui da noi?Solo per l'acqua e le bellezze naturali del Gargano?Manca una programmazione ,seria e ben pensata,per attrarre ,anche il turista mordi e fuggi.Ma noi,non abbiamo bisogno di niente!Fra poco,avremo pure il Nobel in casa,da farcelo invidiare da altri,ma........ora ci vorrebbe il caro Totò,con una delle sue ....Non mi faccia ridere...oppure....Ma mi faccia il piacere!

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.