ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

venerdì 29 giugno 2012

Spazio Lettori: Benvenuta Micaela, sarà una delle ultime nate a Manfredonia?

Oggi sono diventato padre, spero una certezza e un punto fermo, colui che darà alla sua bambina il coraggio di vivere, l'esempio, l'idea, la consapevolezza di essere amata.
Ad ogni passo che farai ti sorreggerò se cadrai, ti incoraggerò se non ci crederai, ti consolerò se soffrirai, ti mostrerò la strada da seguire.
Padre, un passo importante!
Sono Papà, la più bella parola che vorrò sentire da mia figlia, il più bel mestiere che dovrò svolgere, il vero scopo della vita!
Adesso ho un compito difficile, dono di Dio, per crescere dentro...
Benvenuta Micaela!!!!

Se avete un MATRIMONIO da mostrare, un SALUTO da fare a qualcuno, gli AUGURI per qualche ricorrenza speciale, le FOTO di un vostro momento particolare, ricordare un momento indimenticabile con la CARTOLINA DELLA VOSTRA VACANZA, o semplicemente FOTOGRAFARE PARTI DI MANFREDONIA e dintorni, potete inviarci tutto il materiale, che per quanto possibile ogni settimana cercheremo di pubblicare, indicando il vostro nome se volete, e le frasi con cui lo volete accompagnare al seguente indirizzo e-mail:

info.siponto@gmail.com

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Tutto ha avuto un inizio ed ora ne stiamo vedendo la fine.Nessuno ha il coraggio di sentirsi responsabile di quanto stà accadendo al nostro ospedale ed ai nostri reparti.Ripeto,tutto viene da lontano da non molto lontano.Il nostro consigliere regionale Avv.Gatta non deve lamentarsi di quanto fatto dai suoi amici di partito(Tatarelle Pinuccio,buon anima in primis!).I nostri Sindaci Avv.Prencipe(quando la ASL Manfredonia,con un colpo di mano della Destra di allora e comandanti alla Regione,con tanti beneplaciti della sinistra,anche se sarebbe meglio definirla Indifferenza!,fecero costruire il "Tatarella "di Cerignola.Poi,con il passaggio di mano,dalla Destra alla Sinistra e con la crisi galoppante e le ruberie varie,hanno fatto il resto.Nessuno è COLPEVOLE!Nessuno si mobilità come si deve!Nessuno fà niente,perchè a nessuno interessa se non alla bisogna.A Lucera si sono ribellati e continuano a farlo.Noi,perchè dobbiamo fare altrettanto?Che ce ne frega!Stiamo così bene in salute ed in economia che,qualsiasi cosa ci tolgono o ridimensionano ci fanno un baffo.Siamo città da quarto mondo!Diciamocelo chiaro e tondo:FACCIAMO LETTERALMENTE SCHIFO!

Anonimo ha detto...

Dimenticavo:i veri nostri problemi inizieranno tra qualche giorno,quando si incomincierà a parlare di FESTA PATRONALE(lo è ancora?).I problemi di noi Manfredoniani saranno i cantanti,le bancarelle e le giostre e le luminarie.Tutti saremo presidenti e migliori proponenti.In realtà non siamo niente!Basti vedere quel che accade in altre città,con risvolti e ritorni economici non indifferenti.Come festa religiosa,ossia come atto comunitario( pubblico )di ringraziamento verso i Patroni,ormai non c'è più.Verso la Patrona,una lunga passeggiata per molti!Non siamo stati capaci di conservare quanto tramandatoci e dargli un aspetto di modernità ,con i risvolti economici ,che molti si attendevano e speravano.Siamo una città di indolenti e menefrechisti.Abbiamo lasciato ,agli altri,di decidere per noi e permettere a questi altri di farsi a Manfredonia i fatti loro eccome se li sono fatti e continuano a farseli.Una città allo sbando su tutti i fronti!La città degli ignavi,con la speranza nascosta di ottenere le briciole o un tozzo di pane.Questa è la mia città e purtroppo non riesco a passarci sopra!

Anonimo ha detto...

I Manfredoniani (grezzi) non vedono l'ora che arrivi la festa patronale.....si pensa solo a quello,tanto la maggior parte dei cittadini sta bene grazie ai favori da chi gestisce il comune..................

Anonimo ha detto...

Non credo che a Manfredonia si stia bene come affermato dall'anonimo delle 16:55.La povertà c'è ed i problemi anche.Abbiamo solo paura di parlare ed è quello che veramente ci fotte.Abbiamo paura di mister 5%,mister 2%,mister panzone,don tizio e don cacchio e tanti altri don via discorrendo.Abbiamo paura di lottare e come stà scritto su un manifesto di un partito di maggioranza al comune:CHI LOTTA PUO'PERDERE,CHI NON LOTTA HA GIA' PERSO,bene,noi manfredoniani abbiamo già perso perchè abbiamo paura di lottare e forse,perchè speriamo che ,prima o poi,facendo i lacchè,qualcosa tocchi anche a noi.Questo modo di ragionare ci stà portando alla distruzione e la cosa più brutta è che stiamo soggiacendo a quelle persone che tanto di bocca si sono lavati con la lotta ai poteri forti ed oscuri.Persone che quando non avevano niente,lottavano ed incitavano gli altri a farlo.Ora,invece,quelle persone dicono che tutto va bene e mettendo le persone giuste,per loro(LEGGASI LACCHE'!)ai posti giusti,fanno una propaganda scritta ed orale per il tutto OK!Non c'è lavoro,non c'è turismo,non ci sono case per chi non ha un lavoro,non c'è istruzione,non c'è sussistenza;ci sono solo privazioni e molta sudditanza.Quanti giovani manfredoniani e pugliesi,indipendentemente dalla chiacchiere del governatore(CHE DELUSIONE!),hanno abbandonato la Puglia?Quanti genitori si sono privati di tutto ,per vedere poi i figli andarsene lontano?Ciò non è un bene ma una iattura!Chi pensa di stare bene,OGGI,non può illudersi che lo staranno ,DOMANI,i figli.Bisogna cambiare modo di pensare e di agire!Solo così,cari signori,amministratori e potenti occulti,potremo stare tutti bene e la storia insegna.......prima o poi......qualcosa succede e .................................

Dora ha detto...

La cosa più bella di questo post è la vita che si rinnova, la speranza nel futuro, l'amore incondizionato di un padre (e ovviamente di una madre) per la propria figlia! Una volta tanto lasciamo che siano i sentimenti e le emozioni positive a prevalere sul tutto il negativo che ci circonda!
Benvenuta tra noi, piccola Micaela! Sei una bambina fortunata perché hai due genitori straordinari che ti adorano e che saranno per te una guida, un punto di riferimento e un grande esempio di vita! E a voi due, mamma e papà, auguroni di cuore!

Anonimo ha detto...

Sul commento delle 23:44 non ci piove!Tutto giusto,tutto bene per una vita voluta!Ma quanti si potranno permettere il lusso(perchè un lusso è diventato,ipocrisie a parte!)di fare un figlio e farlo nascere fuori Manfredonia(ciò vale anche per altre città!)?Quanti potranno scegliersi i ginecologi,quelli giusti,visto che di scarpari in giro ce ne sono?E x quelli che il figlio non lo vogliono;per quelli,e non facciamo gli ipocriti,che si trovano un figlio in arrivo,senza volerlo e senza aver prese gli opportuni provvedimenti,come faranno a libersene?Ricorreranno ai medici Antiabortisti,per compiacere la Chiesa,e poi farlo di nascoto dietro lauto compenso o ricorreranno ai vecchi metodi popolari,mettendo a rischio la propria vita?A questo punto:W LE RUBERIE E CHI LE HA PERMESSE!Ci vediamo alle prossime elezioni!

hope ha detto...

Il reparto di ostetricia non può chiudere!
Non possiamo rinunciare a questo Diritto!
le mezze misure non servono più quindi dobbiamo protestare e ribellarci a questo sistema politico!
il reparto ha sempre funzionato bene grazie alla qualità del personale medico.
ovviamente se ci fosse la neonatologia sarebbe ancora meglio ma una città di quasi 60.000 abitanti non può non avere un punto nascita! una primipara può trovarsi in travaglio avanzato anche in meno di un' ora e non riuscirebbe ad arrivare in tempo a foggia o san giovanni . molte mamme vanno a partorire a foggia o san giovanni senza motivo ma solo per un infondato pregiudizio verso il reparto di manfredonia. è questo che fa calare il numero delle nascite! è un gatto che si morde la coda!

Caro Sipontoblog perché non organizziamo una manifestazione contro la chiusura dell ospedale?
una manifestazione x sensibilizzare anche le mamme e le future mamme a partorire a manfredonia.

Anonimo ha detto...

per hope: sante parole, concordo su tutto quello che hai detto

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.