ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

martedì 17 aprile 2012

Manfredonia: 43 tavole di Antonio Manganaro, disegnatore-caricaturista, fotoriprodotte dall'ING

Nel sito web del prestigioso, quanto utile, Istituto Nazionale per la Grafica (ING) sono state fotoriprodotte, non molti giorni fa, ben 43 tavole del disegnatore-caricaturista sipontino Antonio Manganaro.
A darne notizia è il caricaturista Francesco Granatiero, che da anni conduce appassionate quanto intense ricerche storiche sul Manganaro.
Si tratta, dichiara Granatiero, di 11 disegni originali tra cui due abbozzi inerenti le caricature di Enrico Pessina (luminare di Diritto Penale) e Orazio Faraone (vice sindaco della sezione S. Giuseppe di Napoli) facenti parte de “Il Palazzo S. Giacomo - Album degli 80 al Municipio di Napoli - 1876 e 1877" e di 32 stampe (litografie acquerellate a mano) facenti parte de “L'esposizione marittima visitata da Dante e Virgilio – Allegoria di A. Manganaro – Napoli - 1877”.

Particolarmente importanti, secondo Francesco Granatiero, sono: la riproduzione della “doppia autocaricatura”, in cui il celebre disegnatore satirico si ritrae in età matura, e le 32 tavole della predetta esposizione marittima di Napoli in cui emerge tutta l'arguzia e la maestria del Manganaro che, con dantesco cappello di drappo, visita i vari padiglioni dell'esposizione ironizzando su alcuni prodotti, sulle varie novità, sui tanti personaggi (noti e non) “colà” incontrati e... su se stesso.
Granatiero sapeva sin dal 2010 della presenza, nel Fondo Nazionale dell'ING, della maggior parte delle opere in questione.
Nel settembre di quell'anno, infatti, Francesco inviò all'importante Istituto una richiesta di informazioni (in cui erano indicati i link dei comunicati stampa delle sue ricerche storiche su Manganaro, pubblicati - negli anni - sul sito web del Comune di Manfredonia), che contribuì a correggere alcuni dati biografici dell'illustre sipontino.
A questo proposito la dottoressa Elisabetta Giffi (progettazione e direzione lavori: CalcoGrafica), a suo tempo, ringraziò il Granatiero per l'attenzione vigile e per la collaborazione sottolineando, al contempo, come le sue segnalazioni fossero valse a correggere i dati anagrafici del Manganaro presenti in CalcoGrafica.

Non c'è che dire, con la pubblicazione delle predette numerose tavole, l'Istituto Nazionale per la Grafica (ING) ha compiuto, dunque, un bel recupero artistico-storico oltre che un omaggio indiretto al nostro “Totonno” Manganaro!

LINK:
Le vere sembianze del celebre caricaturista sipontino Antonio Manganaro (http://www.comune.manfredonia.fg.it/news_long.php?Rif=2618)
Gli 11 disegni originali di Antonio Manganaro facenti parte de “Il Palazzo S. Giacomo - Album degli 80 al Municipio di Napoli - 1876 e 1877" (http://calcografica.ing.beniculturali.it/calcografica/index.php?page=default&id=19&lang=it&start=1&schemaType=D&textToSearch=manganaro)
Le 32 litografie acquerellate a mano facenti parte de “L'esposizione marittima visitata da Dante e Virgilio – Allegoria di A. Manganaro – Napoli - 1877” (http://calcografica.ing.beniculturali.it/calcografica/index.php?page=default&id=6&lang=it&item_id=93142&schemaType=S&schemaVersion=2.00)

Ufficio Stampa e Comunicazione

Comune di Manfredonia (FG)

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Del Manganaro,nella Biblioteca Comunale"L.Pascale"(per me resterà solo questa denominazione!)c'era una raccolta di Tavole del Manganaro,mal rilegate,se ben ricordo.Inoltre,presso la Nazionale di Napoli,c'è una altra raccolta.Anni addietro,non ricordo con precisione quanti,in un paese vicino,fu fatta ,una grande Mostra sul Manganaro(si potrebbero consultare le pagine de IL MATTINO.Tale mostra,si potrebbe,volendo e non potendo,cercare di ripetere a Manfredonia e rivalutare uno dei grandi figli di Manfredonia.Potrebbe essere ,una buona idea,per l'estate prossima!Mi rivolgo a Francesco e non solo a lui,perchè delle spesucce,sicuramente ,ci saranno e quindi,bisogna muoversi!

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.