ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

venerdì 6 aprile 2012

Guardia Costiera Manfredonia: Sequestrato pesce congelato, in un ristorante privo di documentazione

Il personale militare della Guardia Costiera di Manfredonia continua incessantemente l’attività di Polizia Marittima nella provincia di Foggia al fine di tutelare gli ignari consumatori.
In particolare, nella giornata di ieri, il team operativo specializzato nel contrasto alle frodi sui prodotti ittici, coordinato dal Comandante C.F. (CP) Francesco Staiano, in attività di controllo in noti ristoranti della provincia di Foggia, ha riscontrato varie violazioni della normativa sulla conservazione degli alimenti e sulla corretta informazione al consumatore.
In particolare presso due diversi ristoranti, è stata riscontrata la totale mancanza di documentazione relativa alla rintracciabilità del prodotto ittico detenuto, in violazione dell’art. 18 del Reg. CE 178/02 punito dall’art. 2 del D. Lgs. 190/06 e ss.mm. ii.

A tal proposito, è stato posto sotto sequestro circa 62 Kg di prodotto ittico, nello specifico: Kg 17 di salmone, Kg 2 di scampi, Kg 8 di gamberoni, Kg 20 di polpo, Kg 7 di spigole, Kg 4 di gamberi, Kg 4 di vongole.
Il tutto verrà conferito, secondo disposizioni del personale Veterinario dell’ASL FG intervenuto sul posto, presso ditta autorizzata al conferimento.
Particolarmente deplorevole è risultato, inoltre, l’aver scoperto che due esercizi dediti alla ristorazione, nel menù non abbiano specificato la somministrazione di pesce congelato, traendo in inganno il consumatore e concretanto all’uopo una frode in commercio punita ai sensi dell’art. 515 C.P.
Due persone sono state deferite all’autorità giudiziaria e ora rischiano la reclusione fino a due anni e multe severissime fino a 2065 euro.

In un altro ristorante è stata altresì riscontrata l’assenza di documentazione relativa allo smaltimento degli oli esausti oggetto di operazioni di friggitura, che per legge andrebbero conferiti ad un Consorzio autorizzato alla raccolta con la corretta tenuta di un registro in cui vanno segnalati i conferimenti stessi, il tutto in violazione dell’art. 233, comma 12, del D. Lgs. 152/06, punito dall’art. 256 del decreto stesso.
Il Corpo delle Capitanerie di Porto quale braccio operativo del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, nonché del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare è da sempre impegnato per la tutela dell’ecosistema marino attraverso il contrasto a tali tipi devastanti di pesca.
Visti i risultati ottenuti negli ultimi giorni e le numerose e gravi violazioni riscontrate, l’attività di controllo verrà ulteriormente intensificata al fine di tutelare l’ambiente marino del compartimento e per reprimere comportamenti contra legem che, specie in questo periodo dell’anno, sono perpetrati ai danni dei consumatori.

Guardia Costiera Manfredonia

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Certe notizie che vengono comunicate,se poi i ristoratori in questione,potrebbero,di nuovo somministrare pesce congelato?Se fossero resi noti i nominativi,questi truffatori,verrebbero sputtanati e chiuderebberofinendo sul lastrico!

teofilo ha detto...

Vogliamo i nomi se no non serve a niente!

Anonimo ha detto...

Nomi, cognomi, indirizzi,giorno di chiusura e tutto quanto utile per evitarli!

Anonimo ha detto...

Ottimo risultato ma dobbiamo pure sapere dove non andare più a mangiare questo pesce.... il nome del ristorante si deve sapere cari...

Anonimo ha detto...

COMUNICATE IL NOME DEL RISTORANTE ALTRIMENTI COSA PUBBLICATE A FARE IL SERVIZIO?

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.