ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

sabato 18 febbraio 2012

Manfredonia: Il SEL, denuncia, "Quali sono le reali intenzioni del sindaco Riccardi?"

Lo strano atteggiamento del Sindaco Riccardi continua. 
All’ultima riunione tenuta a Palazzo San Domenico tra il Sindaco e la coalizione dei partiti, che nelle scorse elezioni comunali lo ha sostenuto portandolo alla vittoria, non è stato invitato Michele La Torre, in qualità di segretario cittadino del SEL
Il sindaco, di concerto con il coordinatore della coalizione sig. Franco Castriotta, già al primo incontro sospese la seduta adducendo futili e strani motivi di carattere politico, anzi “partitico”: si tiene a precisare che si sarebbe dovuto parlare di argomenti importanti per il futuro dei cittadini di Manfredonia, eppure, per disquisire sul SEL, è stato prima rimandato, e poi boicottato, un incontro di grande importanza. 

Ma come mai questo strano atteggiamento? 
Quali sono realmente le intenzioni del primo cittadino? 
A questo punto ci domandiamo se Angelo Riccardi vuole fare veramente il sindaco della nostra città, pensando a risolvere i problemi ben più seri che ci attanagliano, oppure vuole solo giocare a “Risiko” con i partiti? 
Una cosa è certa: la difficile situazione politica interna che si sta creando non rema a favore dell’attuale coalizione. 
Gli atteggiamenti disgregativi e astiosi nei nostri confronti da parte del Sindaco e dei suoi più stretti collaboratori si stanno moltiplicando, senza valide e fondate motivazioni. 
Cose strane stanno accadendo ultimamente, eventi che minano gli elementi cardini di una normale democrazia, ragione per cui ci sembra opportuno pensare seriamente anche all’ipotesi di uscire dalla maggioranza. 

Il Sel di Manfredonia da oggi dice NO a certe metodologie e certe prassi anomale; ha voglia di discutere (come già sta facendo attivamente) di contenuti, di idee e di nuovi progetti per il rilancio dell’OCCUPAZIONE
I giovani di Manfredonia esigono chiarezza e trasparenza e non hanno tempo e voglia per i giochini e le trame di Palazzo. 
Per questi motivi, intanto, non possiamo non citare un pensiero di Marco Travaglio: “La differenza tra le dittature e le democrazie è che nelle dittature c’è solo il diritto di applauso, mentre nelle democrazie c’è anche il diritto di critica e di pernacchio”.

Il segretario cittadino
Avv. Michele la Torre

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bene,Bravi,Bis!Il SEL scopre l'acqua calda!Una cittàallo sbando ed allo sfascio:Si parla di MAFIA INNOMINABILE,e chiaramente,questa MAFIA INNOMINABILE,non tocca la città di Manfredonia .Mi chiedo:MA DOVE VIVETE,oltre al PALAZZO S.DOMENICO del Potere?Vi volete rendere conto che,con una posizione geografica e climatica come
Manfredonia,ci dovrebbe essere tanto di quel LAVORO,da richiamare i disoccupati dei PAESI vicini,ed invece è tutto il contrario?Vi volete rendere conto che qui stà morendo tutto?Vi piacerebbe vivere in una città MORTA?O qualcuno pensa che avendo SOLDI E PROPRIETA' si possa vivere isolati e fuori da ogni contesto sociale?O si stà bene tutti o quasi tutti,o si va allo scatafascio.Una CITTA' dove si è permesso e si continua a permettere lo scempio edilizio,e non sappiamo ancora cosa succederà in futuro,che tipo di vita si può condurre ed apprezzare le cose belle?Se Amministratori ed EX amministratori,fanno e concedono di farlo,scempio del CENTRO STORICO e del TERRITORIO,COSA CI SI PUO' SPERARE PER UN FUTURO ,NON LONTANO,MA PROSSIMO?Quante case abusive,si stanno permettendo,sulla sabbia ,a SIPONTO?Quante sopraelevazioni,con la scusa dei GAZEBO,si stanno effettuando nel CENTRO STORICO?Ed in tutto questo,i cosiddetti PARTITI della MAGGIORANZA,SEL compreso e quelli della COSIDDETTA OPPOSIZIONE,cosa stanno facendo?Si GOVERNA insieme o OGNUNO riceve una MISERA FETTINA DI POTERE da elargire ai propri ISCRITTI?In molte città,in quelle in cui ,VERAMENTE,si VUOLE IL BENE COMUNE,gli AMMINISTRATORI cercano di capire ,quali possano essere i reali problemi degli amministrati e di rendere le città vivibili e belle.Non si può,ragionare,sempre alla grande,quando le possibilità economiche sono scarse:Si possono fare piccole cose ,e con il tempo,si hanno migliorie per tutti.Invogliare ,per esempio,la sistemazione delle facciate e non consentire che ognuno decida per prorpio conto.Alimentere l'artigianato,anche quello povero,per dare la possibilità a molti giovani,di famiglie disagiate,di sperare in un futuro migliore;si potrebbe fare molto,NON PENSANDO , ESCLUSIVAMENTE e SOLO ESCLUSIVAMENTE ,al proprio tornaconto.Angelo ed i nostri Amministratori ascoltino ,di tanto in tanto,le VOCI DEI PIU' DEBOLI E DEI CITTADINI.Solo così,si può sperare in un FUTURO MIGLIORE ed ,un più o meno,benessere per tutti.

Anonimo ha detto...

SINDACO...E PARTITI... CHE SERVA LA LEZIONE ALLA CATALANO !! E' MEGLIO VINCERE LE ELEZIONI CHE STRAVINCERLE E RITROVARSI UN GREGGE DI GIOVANI PECORE E VECCHI CAPRONI SE NON SI HANNO ABBASTANZA "PASCOLI" PER SFAMARLI..un vecchio canto popolare, quando pensavamo che si potesse cambiare il mondo senza cambiare noi stessi, qualcuno lo ricorderà, diceva così... cambia governo cambia padrone solo per chi sta sotto non cambia niente...chiaramente cantata in dialetto napoletano

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.