ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

sabato 25 febbraio 2012

Carnevale 2012: “E’ ora di prenderci in… giro?” D.O.P. Disco Orario Politico

Gentilissimo, il vantaggio delle democrazie è quello di esprimersi liberamente, ed a volte, in maniera pure eversiva cioè rovesciata (v. immagine Disco Orario Politico). 
La vignetta spero comunichi bene l’intento ironico del Vignettista Benedetto in arte Ben Acta, in ogni caso la didascalia seguente ne delinea meglio la satira carnascialesca:
Bersani in S.e.l. la da’ da ber ai sani, che l’asino cioè “Nichi Vendola” vola… Osserviamo in posizione centrale della vignetta: Casini con in mano la roulette del casino’, in cerca di numeri per governare il paese; la “berlibertà” rappresenta Belusconi nelle vesti della statua della libertà, che nella mano destra “agita” la bandiera con su stampata la lingerie femminile, mentre con la sinistra tiene stretto il libro con su scritto “mea dura lex”, che lo tiene unito alla “cosa” dei fantastici 4, cioè l’uomo pietra ossia “di Pietro”; Fini è invece accovacciato “si riscalda con caldi ideali”, le sue mani sono tese sulle scintille del tricolore, provenienti dal braciere (in dura lega padana , marchiata M.S.I.). 

Franceschini nelle vesti di un austero frate, sta sotto l’ “albero” della cuccagna, su cui si arrampica “baffetto”, cioè D’Alema, che vuol arrivare alla “mortadella” stagionata "Prodi", che è posto alla sommità dell’albero a vele, anzi “Vel-troni”, con riferimento ai due troni impressi sulla vela medesima, per rappresentare l’uguale potere-situazione dell’alternanza delle poltrone. 
Nel “gioco politico” a vincere è spesso il numero verde “della roulette” il Banco! Ossia lo 0! Noi da quota 0 osserviamo bene i 3-Monti: Montecitorio, Montezemolo e Montesano, quest’ultimo lo preferiamo perché invece di interessarsi al montepremi del popolo italiano, ci sorprende con la sua verve “prendendoci in giro” così come pare indicare sul papiro il Re delle Api “Rutelli”, che segnala l’ironia pungente a base delle vignette, disegnate dalle lancette a matita, che si muovono con un movimento a cinque stelle più una, la stella a noi prossima: il Sole che se la ride… 

E’ risaputo che ridere 15 min al dì fa bene al cuore, mi auguro di aver contribuito anche a questo... 
 La vignetta è sostanzialmente in bianco e nero, a renderla colorita è la sua “rappresentatività”. 
 Il Carnevale Dauno avrà il senso dello humour, al punto da proporre la realizzazione nella zona della stazione (in piazza della libertà), di un orologio 1 con un disco orario, così “popolare” (con relativa didascalia)? 
In tal modo probabilmente chi attende il treno in ritardo, osservando tale disco si farà il quadro della situazione dei ritardi “tutti italiani”, cui annoverare pure il sorriso, che abbatte le distanze avvicinandoci. 

P.S. Il governo tecnico è rappresentato dagli invisibili ingranaggi, che segnano un tempo di maggiore austerità, occasione per riscoprire le virtù del “bel” paese; 
Allora dopo il 150° dell’unità d’Italia continuiamo ad essere coesi, non solo nei momenti di festa (prendendoci la libertà e l’ilarità), ma pure in quelli difficili (dandoci da fare…) per questo perché non cerchiamo nell’ambito delle nostre possibilità e capacità di fare qualcosa per il bene del nostro paese? Così probabilmente potremo essere d’esempio e da stimolo alle persone cui abbiamo dato il voto, e magari, saremo “presi… in giro” cioè “ incontrati mentre giriamo per le strade e piazze del paese, con una stretta di mano” attestante il nostro utile contributo alla crescita della nostra nazione. (Nda)

1 Chi vuole l’orologio con il disco orario politico può comunicarlo via mail a: benacta@gmail.com

Nota *: I rapporti degli uomini con la realtà naturale e i rapporti sociali, stabiliti nel processo di organizzazione del lavoro, storicamente hanno condizionato occasioni e tempi da dedicare al serio, al produttivo ed al feriale, rispetto a particolari circostanze, ritualmente specificate, da dedicare all'allegria, al riso, al riposo, alla festa. 
In questo modo gli individui, nella loro esistenza, si trovano costantemente attratti da due poli di una stessa realtà: la serietà e l'allegria, la tristezza e il riso, il momento produttivo nel lavoro e il momento del consumo nella festa… 
Il supporto culturale della norma carnevalesca assume quindi temporaneamente la sregolatezza come termine di riferimento e di valore comportamentale.
*Fonte della nota: M. MARGHERITA SATTA, “Riso e pianto nella cultura popolare”. (L’Asfodelo Editore)

 Coriandolamente Benedetto in arte Ben Acta

2 commenti:

Ben Acta ha detto...

Speriamo che, durante il proseguo del governo tecnico, la politica ripensi se stessa, magari lasciando più spazio ai giovani, che con la loro fantasia sapranno costruirsi un futuro più roseo…A presto Benedetto in Arte Ben Acta

Luca D. T. ha detto...

Complimenti Benedetto, non solo la simpatica vignetta ha reso nell'intento di sdrammatizzare la politica e quanto le appartiene donando momenti di risate, ma hai anche sollevato le problematiche serie che ci circondano e ci riguardano soggettivamente, spronando le persone a fare la loro parte e poter dare un buon esempio.

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.