ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

venerdì 20 gennaio 2012

Pesca Manfredonia: La FAI Cisl, si mobilità contro il caro gasolio

Nonostante le restrizioni che la comunità europea ci ha imposto, per quanto riguarda la pesca del bianchetto e del rossetto, a cui ci siamo dovuti adeguare, ingoiando giù un boccone amaro per i pescatori di Manfredonia, che da sempre vivevano su questo tipo di attività, ora arriva un'altra stangata.
Il Gasolio, vitale per le barche, in questi giorni ha toccato il livello record di 80 centesimo al litro, grazie all’ultima manovra del governo Monti, che ha aumentato l’accisa del 21%, ed ha costretto i nostri pescatori ad ulteriori sacrifici. 

La Fai Cisl Pesca di Manfredonia, da sempre al fianco dei pescatori, nella ricerca continua di una soluzione, nei prossimi giorni, intraprenderà delle azioni di lotta, simili a quelle che stanno mettendo in ginocchio la Sicilia, con il blocco delle attività di pesca di tutta la marineria, e manifestazioni di ogni genere, per sensibilizzare l’opinione e pubblica e costringere il governo a rientrare sui suoi passi.
La crisi economica, con il caro vita, ed ora con il caro gasolio, sta mettendo in ginocchio, uno dei settori più fiorenti della città, che penalizza sempre di più l’economia cittadina.

FAI CISL PESCA
Manfredonia
Alberto Gatta

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Bloccate la pesca, prendete esempio dai siciliani!

Anonimo ha detto...

DOVE' LA POLITICA A MANFREDONIA ????

Anonimo ha detto...

Cara FAI CISL PESCA, tanto critica con gli aumenti sul gasolio, perchè non comunichi ai tuoi iscritti e a tutti i pescatori, che il gasolio a regime agevolato non può essere usato per le proprie auto o adirittura venduto ,Non dite che non è vero, perchè a Manfredonia, o forse in tutta Italia, la prassi è consolidata e conosciuta da tutti, Finanza inclusa.

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.