ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

giovedì 19 gennaio 2012

Gatta: Quando arriverà la riqualificazione dell'Ospedale di Monte Sant'Angelo?

Il consigliere regionale del Pdl Giandiego Gatta ha inviato un’interrogazione a risposta scritta al presidente Vendola e all’assessore alla Sanità Tommaso Fiore, riguardante la riqualificazione dell'ospedale di Monte Sant’Angelo.
Facendo riferimento al protocollo d’intesa sottoscritto il 14/03/2011 dal Comune di Monte Sant’Angelo e dall’assessore Fiore in attuazione del “Programma operativo di riorganizzazione, riqualificazione e potenziamento del Sistema Sanitario Regionale”, il consigliere Gatta chiede “quali dei servizi previsti dal protocollo saranno realmente attivati e quali saranno le procedure per l’individuazione delle figure professionali, non previste nelle unità operative soppresse dell’Ospedale, e necessarie per lo svolgimento delle nuove attività”.

Il testo dell'Interrogazione:
La Giunta regionale con propria deliberazione n° 2791 del 15/12/2010 ha approvato il regolamento n° 18/2010 di riordino ospedaliero, che prevedeva la chiusura del plesso ospedaliero di Monte Sant’Angelo;
Il comma 2 dell’art.4 del Regolamento n° 18/2010, così dispone: “i territori interessati alla disattivazione degli ospedali, saranno oggetto di processi di potenziamento e riqualificazione delle attività assistenziali territoriali alternative al ricovero,”;
In attuazione del "Programma operativo di riorganizzazione, riqualificazione e potenziamento del Sistema Sanitario Regionale", in data 14/03/2011 veniva sottoscritto tra il Comune di Monte Sant’Angelo e l’Assessore alla Sanità, Dr. Tommaso Fiore, un Protocollo d’intesa che stabilisce l’insediamento nel plesso ospedaliero di Monte Sant’Angelo di:
a) N° 1 modulo di R.S.A. (20 posti letto) dedicato a malati di demenza di Alzheimer;
b) Medicalizzazione del servizio E.U. – 118;
c) Day Service – PCA – PACC (chirurgici e medici);
d) Un Servizio Dialisi (U.A.L.);
e) N° 1 modulo Hospice;
f) N° 1 modulo di riabilitazione neuromotoria (ex art. 26) da 20 posti letto (subordinato alla programmazione regionale;
Con lo stesso protocollo si stabiliva che per “la dotazione di personale dipendente occorrente per le nuove attivazioni si procederà attraverso la ricollocazione del personale rinveniente dalla soppressione delle UU. OO. dell’Ospedale con separato provvedimento e con le modalità previste dai Regolamenti regionali nn° 9, 10 e 12/2003

Considerato che, ad oggi, solo la sezione di emodialisi è stata già inaugurata e sarà gestita dall’ Ente “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo;
Tutto ciò premesso e considerato,SI INTERROGA, il Presidente della Giunta regionale, On. Niki Vendola, e l’Assessore alle Politiche della Salute Dr. Tommaso Fiore per sapere:
1) In ossequio a quanto è stato stabilito con il protocollo d’intesa del 14/03/2011, quali attività saranno realmente insediate nel plesso ospedaliero di Monte Sant’Angelo;
2) Quali saranno i tempi di attuazione ed attivazione dei presidi indicati nel citato protocollo;
3) Quali saranno i metodi che verranno adoperati per il prelevamento e l’impiego delle figure professionali (Oncologi, Neurologi, etc…..) non previste nelle UU.OO. soppresse dell’Ospedale, che dovrà garantire lo svolgimento delle previste attività di cui in premessa? 
4) Quale sarà la posizione giuridica del personale medico di cui al punto che precede?

Giandiego Gatta
Consigliere Regionale PDL

0 commenti:

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.