ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

mercoledì 18 gennaio 2012

Bosco Incoronata: Censiti 35 individui di Gufo, nonostante il disturbo dell'uomo (Video)

Mercoledì 4 gennaio si è svolto il il censimento del dormitorio diurno di gufo comune nel Parco Regionale Bosco Incoronata organizzato dal Centro Ricerche per la Biodiversità (Ce.R.B. onlus) http://www.centroricerchebiodiversita.it/ in collaborazione con l’Ente Parco Naturale Regionale Bosco Incoronata e l’associazione Argonauti (la Natura di Puglia e Basilicata).
L’evento ha visto la partecipazione di numerosi volontari tra cui molti studenti delle facoltà scientifiche dell’Università di Foggia e di Bari oltre che appassionati e semplici curiosi. 
Sfruttando le abitudine gregarie invernali di questo magnifico rapace notturno sono stati contati gli individui che dal dormitorio diurno si involano verso i territori di caccia notturni.

I numeri ottenuti durante il censimento, circa 35 individui contati all’involo, sebbene inferiori agli oltre 100 individui contati negli anni precedenti, non devono destare preoccupazione:  
"Questi sono gruppi animali – afferma il presidente del Ce.R.B. Lorenzo Gaudiano - fortemente sensibili a fattori quali ad esempio la disponibilità di cibo (mutevole di anno in anno), e che quindi risentono di forti “sbalzi di popolazione” in periodi di tempo relativamente brevi. 

Più preoccupante è il disturbo crescente che viene fatto nei pressi del dormitorio da automobili di transito nell’area Parco e persone a piedi alla ricerca di funghi. 
Una lunga serie storica di dati ci fornirà sicuramente informazioni più attendibili circa il trend della popolazione di gufo nel Parco dell’Incoronata”.  

Un successo anche per il direttore del Parco. “Il Bosco dell’Incoronata – afferma l’Ing. Michele Lauriolaè una meravigliosa isola biologica, ricca in biodiversità, incastonata in un territorio fortemente antropizzato, quale la piana del Tavoliere.
Iniziative come questa oltre ad offrire dati utilissimi circa la conoscenza del patrimonio faunistico, rendono possibile una corretta fruizione delle aree protette pugliesi sperando nella funzione di volano sostenibile che il Parco dell’Incoronata ha assunto nel territorio foggiano”.

0 commenti:

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.