ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

mercoledì 23 novembre 2011

Manfredonia: Il mercato settimanale di Martedì, gli ambulanti BAT, illegittimo! ora il ricorso al TAR...

Si è svolto ieri il consiglio comunale, che aveva tra i tanti provvedimenti, anche il cambio della giornata di svolgimento del mercato settimanale, dal mercoledì al martedì.
Saputa questa notizia, i commercianti del barese, sono subito scesi sul piede di guerra, tanto da presentarsi in massa, ieri sera, in consiglio comunale, per protestare pacificamente e per chiedere almeno una sospensione del provvedimento, ed essere ricevuti dal sindaco.
Cosa prontamente avvenuta, ma che non è servita a impedire l'approvazione della delibera,  che è passato, dopo una sospensione della seduta di oltre un ora, con 25 voti favorevoli, e un applauso liberatorio dei commercianti della zona.
Partita chiusa? Non proprio, visto che il sindaco si è detto pronto ad incontrare tutti gli attori interessati a questa importante variazione, per trovare un accordo che possa accontenti un pò tutti.

Ma perchè si vuole spostare il giorno del mercato?

Da quanto sembra, questa decisione, abbia lo scopo di favorire i commercianti del Foggiano, visto che il martedì è l'unico giorno, in cui in questa provincia, non si svolge alcun mercato settimanale, di conseguenza questo provvedimento, potrebbe portare un aumento sensibile dei commercianti nostrani e una maggiore ricchezza del territorio, e favorire la nascita di nuove imprese.
Motivazione che naturalmente i titolari della Bat di 300/400 banchi del mercato non accettano, parlando di discriminazione nei loro confronti, e comportamento scorretto.
Tanto che gli stessi,  unitamente a tutte le associazioni sindacali di categoria, annunciano il ricorso immediato al Tar, con la premessa di un risarcimento dei danni, per un eventuale mancato svolgimento del mercato nelle settimane successive, oltre ad un allargamento del problema alla provincia, e alla regione, poiché, giudicano il provvedimento illegittimo, immotivato e senza senso.

"Se ogni comune cambiasse, di colpo e unilateralmente, il giorno dello svolgimento del mercato, sai che caos si creerebbe, e noi poi come potremmo lavorare, non abbiamo ne i mezzi ne risorse, per svolgere 2 mercati contemporaneamente, così  rischieremmo la chiusura"
"Questo è il primo caso in Italia, i giorni e le date, sono stabiliti da tempo, la legge dice che si può cambiare solo in caso di crisi del mercato e contingenza dell'economia della zona, non mi sembra il caso di Manfredonia, visto che continua ad avere il più alto giro d'affari."

"Stiamo bruciando tutte le tradizioni, i cittadini sono con noi, il sindaco perchè non indice un referendum?"
"Si vuole favorire 10 banchi locali, che non sono niente, rispetto a quanti siamo noi, con questo provvedimento, il mercato di Manfredonia, diventerà più povero, scarno e con i prezzi più alti"


Queste sono alcune delle voci dei commercianti della BAT, che da anni, partecipano al nostro mercato settimanale, ricordiamo comunque che per ora, il mercato sarà ancora di mercoledì, solo dopo i vari tempi burocratici si cambierà il giorno di svolgimento, sempre che tale decisione non cambi, visto le premesse di ricorsi e quant'altro, e  voi, cosa ne pensate?

Rispondete nei commenti o partecipate al sondaggio che trovate alla fine del post!


Siete Favorevoli o Contrari, allo spostamento di giorno del mercato settimanale dal Mercoledì, al MARTEDI'?

14 commenti:

giggino pul in pitt ha detto...

il popolo sipontino è contro.

tra un po il sindaco cambierà anche il nome del corso.

sarà forse corso riccardi?

ci dobbiamo far riconoscere da tutti.

no alle inutili lotte di campanilismo.

Anonimo ha detto...

vengono qua prendono i nostri soldi e non solo....... e vogliono anche decidere,se vi conviene questo e altrimenti restate al vostro paese!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

sindaco ed assessori non gli fate vincere,andassero a comandare ai paesi loro!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Sono problemi di lana caprina. Il Sindaco, invece di pensare ai veri problemi (fabbriche che chiudono,porto industriale e turistico,case che non si riescono a finire, agenzia turistica che non decolla, ecc.) si inventa dei falsi problemi per distogliere l'attenzione dei cittadini.E il popolo di Manfredonia, come pecore all'ammasso, segue fedelmente il suo capo.Speriamo in un sussulto di dignità.

Anonimo ha detto...

Indipendentemente dalla giornata in cui si svolgerà il mercato settimanale,sarebbe opportuno che molti commercianti locali imparassero a fare i commercianti!Molto spesso,in prima mattina,prima dell'arrivo della clientela spicciola,molti negozianti LOCALI fanno acquisti di molto materiale(formaggi vari,salami,baccalà,pantaloni ecc.ecc.,per poi rivenderli a prezzi aumentati.Imparassero a fare acquisti al VERO INGROSSO!Se i commercianti baresi(dell'ex alto barese-della provincia ofantina!)riescono a vendere ed a portarsi via i nostri soldi,come qualcuno sostiene è perchè ai nostri bravi ragazzi piace..... dormire fino a tardi,fare la bella vita con .....i cosiddetti sacrifici di mamma e papà....e fare le tardi,a volte oltre le due -tre di notte,rompendo i....C.......(ogni punto una lettera!)

Anonimo ha detto...

Sindaco pinz ai problm important!!p piacr!!

Anonimo ha detto...

ma non vengono mica a rubare...

Anonimo ha detto...

non ho detto che rubano,ci mancherebbeeeee,ma che le decisioni se permetti favoriamo prima i commercianti del posto!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

se non sbaglio siamo in democrazia!!! Tutti devono avere la possibilità di poter scegliere... sta a noi poi decidere se andare a comprare da un manfredoniano o meno!!! Perchè non devo avere questa possibilità... IO VOGLIO SCEGLIERE

Anonimo ha detto...

oi siamo sempre stati amanti dei forestieri, si adeguassero alle nostre esigenze.

Anonimo ha detto...

siamo sempre stati amanti dei forestieri,ma non dimentichiamoci che i nostri si credono sempre i più furbi.

Savino Montaruli - Andria ha detto...

Come potete vedere dalla Graduatoria coloro che hanno maturato la maggiore anzianità di frequenza, cioè coloro CHE HANNO CREATO IL BEL MERCATO DI MANFREDONIA, provengono tutti da fuori provincia di Foggia e questa è una bellissima cosa che dovrebbe rappresentare un vanto sia per i foggiani che per i baresi. Invece il mondo gira al contrario e laddove ci sono elementi che “uniscono” si distrugge tutto e si va verso la divisione e la diatriba. Permesso che sono fermamente convinto che questa situazione si risolverà solo, purtroppo, per vie giudiziarie, mi permetto umilmente di lasciare a tutti voi una riflessione non condizionata se non dal desiderio di vedere tutti uniti di fronte a questa drammatica crisi: vi sembra giusto che coloro che hanno acquisito diritti in quarant’anni di attività, con tutti i sacrifici che comporta spostarsi da una provincia ad un’altra, con tutta la stima e l’affetto che si è creato tra venditori e clienti, si vedano oggi privati di quei diritti? Vi sembra giusto che si alimenti questo conflitto sociale senza precedenti? Ed è giusto fare questo solo per soddisfare qualche interesse personale o per fare propaganda populista? Io vado a riposare, Voi pensateci su. Grazie. A domani.
Savino Montaruli – Andria

Anonimo ha detto...

sono fermamente convinta che l'idea di spostare il mercato .....come luogo intendo è una cosa più che giusta'è un atto dovuto nei confronti dei nostri concittadini di monticchio che da troppi anni ormai vivono questo disagio...qualche dubbio mi viene'però se penso al posto scelto,estrmamente esposto al vento per nn parlare della pericolosità x attraversare via scaloria...detto questo faccio una riflessione sul giorno ,noi i mercatini rionali quotidiani li abbiamo ,ne abbiamo due e sappiamo benissimo che i prezzi sono più alti di quelli del mercato settimanale quindi a cosa serve un altro mercato rionale xchè questo sarebbe se viene fatto dai soli commercianti locali.noi consumatori ne pegeremo le conseguenze non essendoci più concorrenza si monopolizzerebbe il prezzo dei prodotti e buonanotte.noi vogliamo la possibilità di sciegliere vogliamo la concorrenza e nn centra niente amanti di forestieri ecc... abbiamo il diritto di scelta.il sindaco pensasse davvero a cose più importanti e lasciesse stare il mercato così come è nato.

Anonimo ha detto...

Non sono di solito i commercianti a sbandierare lo slogan "VIA LA POLITICA DAL COMMERCIO, LIBERO MERCATO e LIBERA CONCORRENZA?" Ma no! Forse ricordo male... A loro piace il MONOPOLIO DEL MERCATO! Come ho fatto a non pensarci?! Quando la concorrenza non c'è, si fa più facilmente cartello e si stabiliscono prezzi più alti. Altrimenti, perchè i mercanti di Manfredonia temono la concorrenza? Per tenere alti i prezzi. Si sa che, invece, a noi CONSUMATORI conviene poter confrontare e scegliere tra più offerte. A me cittadina con un reddito limitato conviene badare al MIO RISPARMIO piuttosto che al guadagno del commerciante locale; quest'ultimo, infatti, se io non ho la possibilitè di acquistarmi un paio di scarpe al prezzo stabilito da lui, non se ne preoccupa e facendo GIUSTAMENTE i SUOI INTERESSI risponde picche ad un mio bisogno. Ma allora perchè io dovrei tenere in considerazione il bisogno del commerciante locale? Visto che è in conflitto con il MIO INTERESSE altrettanto GIUSTO e legittimo...
Inoltre,
...provate ad applicare il principio "VIA chi è di ALTRE ZONE per FAVORIRE I LOCALI" in qualsiasi settore del lavoro... ed in qualsiasi regione italiana... se (pur riflettendoci un po') continuaste a condividerlo vi scoprireste LEGHISTI della peggior specie e per coerenza dovreste urlare "VIA I MANFREDONIANI dalle Fabbriche e dagli Uffici del NORD per occupare i settentrionali" che ora non se la passano proprio bene. E così a fronte di 20 commercianti locali occupati a Manfredonia ci troveremmo centinaia di operai e impiegati locali sfrattati e disoccupati.
A questo punto si starà pensando che sto esagerando, ma spesso esagerare serve per capire alcune dinamiche e verità nascoste;
... e tra queste "verità" da nascondere ci potrebbe essere un altro slogan riveduto e corretto: fare agli altri ciò che, se fosse fatto a noi, sarebbe scandaloso !!!!!

Una cittadina coerente
Sempre!

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.