ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

giovedì 3 novembre 2011

Contratto d'Area: La Zadra Vetri chiude definitivamente, e i lavoratori?

Ci risiamo, un altra azienda lascia Manfredonia, e i suoi 80 lavoratori resteranno senza lavoro.
Questo in pratica l'esito dell'incontro tanto atteso, di ieri, in Assindustria, alla presenza dei sindacati, Cisl e CGIL, che ritrovano l'unità, e i delegati aziendali.
Delle tre opzioni, descritte nel precedente post, si è scelta la peggiore, il fallimento, in pratica per la seconda volta, la Zadra Srl, cesserà di esistere, sia qua che a Belluno, lasciando a casa tutti i lavoratori.
Ma quali sono i motivi di questo fallimento?
Dall'incontro è emerso che la società si trova in brutte acque, e in un anno e mezzo di attività, ha accumulato un un buco di circa tre milioni di euro, motivo principale della cessazione dell'attività.

Cosa succede adesso agli 80 lavoratori?
Dalla riunione di ieri, l'azienda ha chiesto la continuazione delle attività lavorative, fino al 31 dicembre 2011, per consegnare i vetri della famosa commessa, della Stazione Tiburtina, previo pagamento di una penale di 500 mila euro, che andrebbe a peggiorare la situazione economica.
Ma come si fa ad andare a lavorare sapendo che tra 2 mesi, staranno tutti a casa?
Oggi, per i lavoratori, riuniti in assemblea dalle 14,00, sarà molto difficile accettare questa decisione, ma l'unica alternativa era la mobilità, a partire da domani, e di conseguenza la perdita degli ammortizzatori sociali, a cui si poteva attingere per più tempo.

Sembrerebbe che non tutto è perduto, come sappiamo la Zadra è in fitto alla Manfredonia Vetro, gruppo Sangalli, macchinari e capannone, secondo accordi fatti in precedenza, e dopo lo stop delle attività, anche i lavoratori torneranno alla Sangalli, cosa che probabilmente potrebbe prospettare una nuova vita lavorativa.
Le ipotesi sono molteplici, dalla CIG e di conseguenza mobilità, alla possibilità molto remota di trovare un altro acquirente a cui affittare il tutto, o come si vocifera da tempo, una riconversione dell'azienda, che porterebbe maggiore interesse sul mercato ed introiti, trasformando la produzione da vetri per l'edilizia a quelli per il fotovoltaico.
Fantascienza o realtà? 

Per fare chiarezza e capire quale sarà la strada che intraprenderanno i lavoratori, i sindacati  chiederanno un tavolo tecnico, dove parteciperanno tutti i soggetti coinvolti, dai tre sindaci, Manfredonia, Mattinata, Monte Sant'Angelo, alla prefettura di Foggia, all'assessore alle Politiche del lavoro, della provincia e della regione, e lo stesso Sangalli.

L'obbiettivo è quello di trovare una continuità lavorativa e non lasciare queste 80 famiglie in mano agli ammortizzatori sociali.
Ci riusciranno? Per forza di cose, e mancanza di alternative, dobbiamo sperare di si, ma il futuro lavorativo in questa città è veramente nero...

17 commenti:

Anonimo ha detto...

cercate la strada migliore cioe' la ricollocazione..

Anonimo ha detto...

Quando succedono queste cose e l'azienda deve chiudere do solamente un consiglio ai lavoratori: Cercate di prendere il massimo possibile in termini di soldi, e il sindacato sfruttatelo solo per questo...

Anonimo ha detto...

a casa a fare il presepe e l'albero!!!!

Anonimo ha detto...

DOVE FINIRA' MANFREDONIA??

Anonimo ha detto...

Non c'è la domanda di riserva?

Anonimo ha detto...

siete sicuri che a Belluno chiude? Tanta solidarietà ai lavoratori di MANFREDONIA.

Anonimo ha detto...

Solidarietà a tutti i lavoratori di questa ditta. Peccato era una bella realtà per la nostra cittadina. .....E adesso ???

Anonimo ha detto...

ne sono rimaste solo due o tre povr a nuj..!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

per quello che ha scritto dell'albero di natale gli voglio rispondere che lui sicuramente se ne intende a meraviglia visto che un anno e mezzo fa è stato sbattuto fuori a pedate ed ora è stufo di fare sempre alberi di natale.

Anonimo ha detto...

alla spass pultroppo!!!maledette leggi!!

u Scurciet ha detto...

manfredonia è una città per i ricchi e i politici, basta vedere la realizzazione del nuovo porto turistico in piena crisi economica.

se non siamo politici costruttori o milionari dobbiamo emigrare o morire di fame.

Anonimo ha detto...

mi rivolgo a chi gode di questa chiusura,che si deve solo vergognare di essere della provincia di foggia.tanto si sa chi gode,chi vive per l'invidia di lavoratori,cosa che non hanno fatto loro.

Anonimo ha detto...

La fine di questa Azienda è stata dettata dalla inesistenza di coesione tra i lavoratori..........
, basta leggere i commenti qui sopra per capirlo!
Ki è causa del proprio male pianga se stesso!

Anonimo ha detto...

Io non godo delle disgrazie altrui, ma in quella Azienda la parola dignità non è mai esistita!

Anonimo ha detto...

I cani sono quelli ke sono rimasti a lavorare dopo il licenziamento dei primi 27........!Infatti hanno fatto una fine da cani, impiegati in primis ke pensavano di essere ormai avvolti nella bambagia e di non correre nessun riskio!Il tempo fa il suo corso e da ad ognuno ciò ke si merita......ahahahhaahahhahahahahahahah!

Anonimo ha detto...

Caro ..... te lo sei preso nella faccia un bel libricino, ed ora come farai a fare il presepe ???? VERGOGNATI TU SEI STATO CACCIATO COME UN CANE, alme noi ne siamo usciti DIGNITOSI!!!!!!
ciao caro BUONE FESTE!!!

Anonimo ha detto...

io l'albero lo faccio con le palle..... voi dovete farlo con le stelline visto che le palle non le avete

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.