ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

venerdì 14 ottobre 2011

Manfredonia: Il Piano Regionale del Lavoro è anticiclico, in Capitanata il 10% delle assunzioni

Nel corso dei suoi primi effettivi mesi di vita, da aprile a settembre, il Piano Straordinario per il Lavoro in Puglia ha prodotto un insieme considerevole di iniziative, con ricadute occupazionali che coinvolgono centinaia di aziende e diverse migliaia di lavoratori.
“Tra i bandi attivati, ha detto il coordinatore provinciale dell'Associazione Salvatore Castrignano, i più significativi sono quello riferito agli incentivi per l'apprendistato professionalizzante, quello per l'assunzione a tempo indeterminato con la dote occupazionale, il sostegno all'emersione del lavoro nero nel settore turistico, i provvedimenti per la conciliazione vita-lavoro mirati in particolare ad agevolare il lavoro delle donne. 

Altri interventi hanno riguardato i processi di innovazione delle imprese e la formazione di eccellenza. E' emerso in questi mesi, soprattutto nel nostro territorio, l'esigenza di una azione informativa più capillare che consenta a imprese e lavoratori di conoscere ed utilizzare pienamente le misure previste dal Piano. 
Basti pensare al fatto che per la dote occupazionale (un contributo fino a 20.000 euro per tre anni a imprese che assumono a tempo indeterminato) la Capitanata ha prodotto solo il 10% delle assunzioni sulle circa 2.500 in fase di autorizzazione nella regione.
“Il Piano è un work in progress e costituisce anche un pacchetto anticiclico di interventi mirati a creare nuove opportunità lavorative in una fase di crisi economica, produttiva e quindi occupazionale drammatica soprattutto nel Sud” .

Così Elena Gentile, Assessore al Lavoro della Regione Puglia, che ha annunciato la decisione del Governo regionale di “incrementare di ulteriori 20 milioni di euro la misura della dote occupazionale, vista la grande mole di richieste avanzate dalle imprese pugliesi.
In Capitanata, le imprese del territorio e le Istituzioni devono fare di più per impiegare in modo più adeguato le risorse del Piano”.
Circa le modalità dell'incontro tra domanda e offerta l'Assessore Gentile ha anticipato una variazione rispetto a quanto avvenuto finora, e cioè che “la concessione alle imprese che richiederanno gli ulteriori incentivi del Piano per la dote occupazionale avverrà a seguito di assunzioni a tempo indeterminato da farsi attingendo da apposite liste dove confluiranno i lavoratori interessati aventi i requisiti previsti e con le modalità che saranno al più presto rese note”, mentre finora l'incontro è avvenuto ad iniziativa delle parti.

L'Associazione resterà in campo per continuare con la sua azione informativa e nei prossimi giorni si farà promotrice di un incontro provinciale con la partecipazione delle imprese.
Naturalmente è sicuramente auspicabile ed urgente un ruolo più attivo, propositivo e possibilmente integrato degli attori istituzionali ed economici del territorio e di quanti fanno parte dei nodi della rete per l'animazione del Piano.
Su iniziative come questa si misura anche la capacità del territorio di saper costruire azioni più complessive per la crescita e lo sviluppo.

Associazione “Lavoro e Welfare”

0 commenti:

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.