ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

sabato 15 ottobre 2011

Contratto d'Area: Tagliati e rubati alcuni cavi alla MDJ FILM, quando la zona sarà più sicura?

I soliti ignoti nei giorni scorsi, dopo aver effettuato una miriade di furti di cavi di rame, nella zona Industriale a sud di Manfredonia, sono penetrati anche nel piazzale esterno dell'MDJ FILM s.p.a., azienda in liquidazione, con produzione ferma dall'aprile scorso, ed in attesa di un compratore.
Probabilmente i ladri, approfittando del buio, e della mancanza di corrente elettrica, sono riusciti a superare il muro di recinzione, per portarsi sul piazzale, antistante lo stabilimento.
Sicuramente erano già al corrente di dove erano ubicati i tombini elettrici, tanto da aprirli, e a tranciare alcuni cavi di alta tensione per un breve tratto, non avendo potuto proseguire, vista l'impossibilità ad entrare all'interno dello stabilimento, che tutt'ora è sigillato in ogni sua parte.

Il furto non è stato neanche completato, perchè la vigilanza, che custodisce lo stabilimento, nel suo giro ispettivo, ha disturbato evidentemente l'operazione, ritrovando un carrello in mezzo al piazzale, con i cavi posti al di sopra.
La stessa vigilanza prontamente ha dato l'allarme e subito sono intervenuti sul posto, il direttore dello stabilimento, gli RSA di CGIL e Cisl, il personale tecnico responsabile della parte manutentiva e gli stessi Carabinieri, a cui è stata presentata la denuncia.

Per fortuna il danno non è notevole, ma si tratta di pochi cavi, che prontamente si possono recuperare, per ovviare il problema si è deciso da subito di sigillare i tombini, proprio per evitare ulteriori furti, e intensificare il controllo della vigilanza, che insieme alle forze dell'ordine pattugliano la zona.
Un altro colpo ai lavoratori dell'MDJ FILM, che aspettano la vendita dell'azienda e l'eventuale ripresa delle attività produttive, che vedono i beni aziendali, come una eventuale dote per i futuri acquirenti, che vanno preservati a tutti i costi, dallo stesso datore di lavoro.

Per evitare il susseguirsi di certe azioni malavitose, non sarebbe il caso,unitamente alle autorità comunali di trovare soluzioni e rendere più sicura la zona?
Quanto può, un imprenditore, se ce ne sono ancora, continuare ad investire nel contratto d'area, dopo che i contributi pubblici sono finiti e trasferiti tutti al nord?

3 commenti:

Anonimo ha detto...

quando si porteranno tutto via....

Anonimo ha detto...

Tanto hanno già deciso di farlo

Anonimo ha detto...

Ma sii, tanto qui non rimarrà più nessuno,fanno bene a rubare tutto...quella zona è rimasto solo il deserto! Ahahah,che vergogna!!

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.