ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

giovedì 29 settembre 2011

Manfredonia: L'Associazione Lavoro e Welfare, bisogna fermare la deriva del paese

Il Coordinamento dell’Associazione Lavoro e Welfare di Capitanata esprime forte preoccupazione per l'aggravarsi della crisi economica e finanziaria che accentua di giorno in giorno il disagio sociale dei cittadini e delle famiglie.
Chi governa il Paese non è in grado di rilanciare il futuro e la credibilità dell'Italia, quindi è indispensabile ed urgente una svolta.
Per scongiurare i rischi di derive populistiche e di tensioni ingovernabili sono necessarie misure di equità e di giustizia sociale finalizzate alla crescita produttiva e all'occupazione.

In una situazione come quella attuale, sono divenuti insopportabili i ripetuti richiami ai sacrifici verso chi li ha sempre fatti, costretti a continue rinunce, da parte di coloro che godono di trattamenti e privilegi ingiustificati ed assurdi.
La gente non ne può più. La classe dirigente, a cominciare da quella politica, ne tenga conto.
Anche il nostro territorio, per superare ritardi e arretratezze, deve rilanciare le iniziative infrastrutturali e produttive fondamentali per far ripartire lo sviluppo, promuovendo nel contempo un radicale rinnovamento della politica e un vasto ricambio delle classi dirigenti e ristabilendo il senso e l'etica delle funzioni di rappresentanza democratica degli interessi collettivi.

In particolare all'azione politica, alle responsabilità pubbliche e a chi le esercita nei Partiti e nelle Istituzioni i cittadini chiedono:
  • di operare con moralità e trasparenza, opponendosi chiaramente alla speculazione e alla corruzione;
  • di mettere in pratica realmente i principi della “buona politica” e di non farne solo uno slogan propagandistico;
  • di interpretare il partito come luogo di confronto e di crescita ideale, non di alienazione del consenso, di subordinazione feudale e di clientelismo;
  • di incentivare e valorizzare il pluralismo e la libera espressione delle idee, la passione civica e l'impegno volontario, quali rimedi all'attuale predominio di cricche affaristiche e di continue litigiosità personali;
  • di rendere accessibili le responsabilità di partito e quelle istituzionali a quanti, giovani in primo luogo, agiscono con competenza e altruismo;
  • di orientare sempre i programmi dell'Ente Locale e le decisioni amministrative all'impiego scrupoloso delle risorse pubbliche e all'utilità sociale, liberandoli dai personalismi e dal condizionamento dei gruppi di interesse;
  • di rispettare, ancor più nel delicato momento che attraversiamo, il diritto di tutti al lavoro e al futuro, offrendo ad ognuno uguali opportunità e rinunciando a scelte che favoriscono alcuni privilegiati.
L'Associazione Lavoro e Welfare è impegnata in Capitanata, a promuovere la centralità e il diritto del lavoro, la giustizia sociale e la partecipazione democratica.
Per raggiungere questi obiettivi oggi è fondamentale il rinnovamento della politica.
E' un passaggio vitale, che necessita del protagonismo delle migliori energie.
Perciò il Coordinamento di Lavoro e Welfare invita i cittadini e le strutture di aggregazione sociali presenti sul territorio a manifestare attivamente la propria condivisione attraverso ogni forma di comunicazione e di coinvolgimento e sostenendo, con la propria adesione, l'iniziativa dell'Associazione (per contatti e-mail: lavorowelfarefoggia@virgilio.it; per pagina facebook, cercare in internet: lavoro e welfare di capitanata).

Associazione “LAVORO&WELFARE”
di Capitanata

3 commenti:

Anonimo ha detto...

per risolvere la situazione ci vuole una rivoluzione tanto uno o l'altro so tutt mangimang

Anonimo ha detto...

dovrebbero incominciare i sindacati ha darci la direttiva almeno questo dice art.18.......

Anonimo ha detto...

i sindacati?meglio non parlare di questi che sono i primi a infangarti.

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.