ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

giovedì 26 maggio 2011

Porto Turistico: Perchè non cambiare logo?

Tempo addietro mi soffermai a guardare un dépliant che promuoveva il porto turistico nascente in zona villaggio dei pescatori. Dopo averlo letto e guardato attentamente, notavo che c'era qualcosa di strano nell'accostare il logo che rappresenta questa costruenda struttura d'attrazione turistica, al nostro paese.
Nel descrivere il logo che identificherebbe il loro nuovo porto "Marina del Gargano": Se notiamo bene, il logo rappresenta il profilo di due pesci, di colore rosso e blu, uguali e speculari riflessi a 180°.

Chi ha un minimo di conoscenza nel settore dell'acquariofilia, sa benissimo che i pesci rappresentati sono due scalari, pesci di acqua dolce (vedi foto), comunemente chiamato pesce angelo. Questo tipo di pesci per di più non appartiene proprio al nostro territorio, ne dal punto di vista locale ne nazionale, ma di tutt'altra area geografica, infatti questi pesci vivono come detto in precedenza in ambienti tropicali e di acqua dolce, con una temperatura media dell'acqua di 24,5/26 C° tipo Rio delle Amazzoni, Brasile, ecc.

Pterophyllum - Scalare
Dopo questa piccola parentesi da SuperQuark, ci si accorge subito che un logo, nello specifico, i pesci rappresentati nel logo non hanno nulla a che fare con il territorio ed il nostro Gargano.
Già questa piccola sottolineatura, evidenza e lascia il tempo che trova da parte di chi ha progettato e preventivato questa mega struttura che risolleverà le sorti di tutti i Manfredoniani.
Ma forse si fa ancora in tempo a cambiarle il logo? Dato che il termine lavori è previsto per l'anno 2013, quindi, 2 anni di tempo per sostituirlo, e che l'attuale sarà a dir poco imbarazzante per i futuri gestori del Porto Turistico.

Notizia dei giorni passati, è stat la presentazione del logo dell'Agenzia del Turismo, cosi pensando al logo del nostro beneamato porto Turistico, nostro non per senso di appartenenza al territorio, ma nostro, perchè costruito con i nostri soldi, ben 19mln di euro, mi viene da pensare e di proporre a chi leggerà questo post, perchè non pensare ad un concorso Premio, per sostituire quell'orrendo logo? che come direbbe un famoso polito "non ci azzecca nulla?".
Un concorso, che a differenza dei precedenti, andrebbe dedicato esclusivamente, dal diplomato al neo-laureato, in stato di disoccupazione, prevedendo un bel premio in denaro, proprio come per il logo dell'agenzia per il turismo, con la sola differenza, che i fondi si potrebbero facilmente reperire da una piccolissima parte dei NOSTRI 19mln di euro.

Cosi facendo, diciamo che potremmo avere un doppio benefico, il primo rendere felice con pochi soldi un qualsiasi giovane ragazzo che ha del talento per ideare un nuovo logo, secondo ripagare i Sipontini di ciò che ha loro è stato privato (visto che ormai il dado è tratto), magari dove colui che ideerà il nuovo logo, rappresenti all'interno del logo veramente qualcosa che appartiene e ci rappresenta davvero.

P.S. Se posso dare un suggerimento sul logo, si potrebbe rappresentare la tartaruga caretta-caretta, carapace che molto spesso si spiaggia sulla nostra costa e/o che viene raccolta nelle reti dei pescatori sipontini, che con senso di responsabilità ed amore del mare le aiutano a riprende il largo; oppure la seppia da cui deriverebbe il nome di siponto, ecc ecc......

5 commenti:

Anonimo ha detto...

io ci metterei una bitoniera che scarica cemento sui pesci

Doniano ha detto...

Chi si appresta a leggere questo articolo senza sapere tutta la storia ed i particolari nè rimarrebbe stupito... Infatti l'autore dell'articolo fà passare il costo dell'erigendo porto turistico per 19 milioni di euro pagati da noi cittadini senza specificare che il costo complessivo è molto più alto : 58 milioni di euro !!! E gli altri 39 milioni ? Sono a spese di privati della cosidetta società GESPO.
Dunque i fondi pubblici (19 milioni) sono del 33% e derivano dalle casse del III° Protocollo del Contratto d'Area di Manfredonia-Monte Sant'Angelo-Mattinata che attinge a sua volta per il 40% fondi dalla Comunità Europea.
Dunque di tale opera è finanziato solo il 33% e non il complessivo come l'articolo fà credere, 19 milioni (con tale somma i lavori sarebbero già fermi dopo pochi mesi).
Poi si può discutere sul Logo...

Mauro ha detto...

Infatti proprio per questo ho parlato dei 19mln di euro, che sono soldi nostri e non degli altri 31 mln di euro, perchè l'opera in totale costa 50 mln di euro, per cui sinceramente non mi interessa chi ha messo l'altra parte!

Inoltre ti dico che se non ci fossero stati i 19mln di euro della comunità europea, i lavori non sarebbero neanche partiti, perchè nessuna impresa avrebbe rischiato con le proprie tasche tutti quei soldi!

Crono ha detto...

perchè non filippo, il delfino?!

a biond senza capill ha detto...

x me andrebbe bene il cemento sulle paparelle delle case marinaie

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.