ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

venerdì 6 maggio 2011

Manfredonia: Tutti gli ex lavoratori Enichem erano esposti a rischio Amianto

Riceviamo una lettera di Vincenzo D'Onofrio, ex dipendente Enichem di Manfredonia-Monte S. Angelo, sui rischi dell'esposizione all'amianto da parte degli ex dipendenti dello stabilimento, un problema ancora attuale visti i vari processi ancora in corso.

Il giorno 09 e 10 maggio 2011 i Giudici del Lavoro del Tribunale di Foggia, Dott.ssa RICUCCI e Dott. BASTA, si devono esprimere sul ricorso, per il riconoscimento dei benefici previdenziali previsti dall’art. 13, co. 8, Legge 257/92, per l’esposizione all’amianto.
Agli atti di causa sono stati depositati il piano di bonifica, il parere INAIL 405/2000, l’atto di indirizzo del petrolchimico ENICHEM di Brindisi, ed altri documenti.
E’ stata redatta una relazione tecnica dai Consulenti Tecnici d’Ufficio, i quali affermano che: “nel Petrolchimico ENICHEM di Manfredonia gli impiegati sono stati giornalmente sottoposti ad una esposi-zione indiretta all’amianto, “in quanto impegnati in locali o ambienti dove l’amianto era utilizzato a vario titolo nelle componenti costruttive (coibentazioni di tubazioni, reattori, essiccatori, apparecchiature varie, rivestimenti di alcuni elementi strutturali e coperture in eternit) contaminando tutti gli ambienti di lavoro di amianto”, mentre tutti gli altri lavoratori sono stati giornalmente sottoposti ad una esposizione indiretta e ad una esposi- zione diretta all’amianto, a seguito delle specifiche mansioni che prevedevano la manipolazione e/o il contat- to con materiali contenenti amianto. Tutto il personale del Petrolchimico era sottoposto giornalmente e genericamente ad una esposizione, perché tutti gli ambienti erano contaminati da amianto”.

1. RICONOSCIMENTO ESPOSIZIONE ALL’AMIANTO, ART. 13, CO. 8, LEGGE 257/92, PER PERIODI LAVORATOVI NON OLTRE IL 2.10.2003, ART. 1, CO. 20, LEGGE N.247/2007.
La Legge 426/98, art. 1, co. 4. lett. d)-e) stabilisce : i Petrolchimici Enichem di Manfredonia e di Brin-disi sono siti di interesse nazionale, perché contaminati da amianto.
II parere CONTARP INAIL Puglia n. 405 del 04.10.2000 afferma che :
1. “Viste le conclusioni alle quali l’INAIL era pervenuto circa la situazione espositiva all’amianto nell’azienda in oggetto, nonché nelle altre aziende dello stesso comparto produttivo o di altri comparti produttivi con caratteri stiche analoghe”;
2. “Valutati gli stessi elementi con riguardo alla globalità del settore produttivo di appartenenza dell’azienda”;
3. “Vista la politica ENICHEM uguale in tutti i Petrolchimici”;
4. “L’INAIL ritiene di poter assimilare la situazione del Petrolchimico di Manfredonia ,sia per la tipologia, sia per le lavorazioni svolte e sia per problematiche manutentive e di esercizio, a quella dello stabilimento chimico Eni-chem di Brindisi .

“Il Parere INAIL CONTARP PUGLIA N. 405/2000 stabilisce: “i Petrolchimici ENICHEM di Brindisi e Manfredonia sono uguali, con ciò deve essere applicato a quest’ultimo l’atto di indirizzo n. 451/2001 emesso dal SottoSegretario al Lavoro, riguardante il Petrolchimico di Brindisi.
L’atto di indirizzo n. 451/2001 è un atto amministrativo dichiarativo a destinatario determinato; (riguarda la Società ENICHEM) collettivo; (riguarda tutto il personale dei Petrolchimici del Gruppo ENICHEM, di altri comparti produttivi con caratteristiche analoghe e alla globalità del settore, politica ENICHEM uguale in tutti i Petrolchimici di Brindisi, Manfredonia, Porto Marghera, ecc.), generale; (riconosce esposti coloro che svolgevano determinate attività lavorative e/o lavoravano in ambienti contaminati da amianto), composto e collegato a più atti (parere Contarp Puglia n. 405/2000, parere Contarp Puglia Petrolchimico di Brindisi; Piano di Bonifica; Legge 426/98; Atto di indirizzo, Indagini e conclusioni INAIL)”.

Il Consiglio di Stato Sezione VI con sentenza n. 4576 del 23.03.2010, depositata il 15.07.2010, afferma: “l’atto di indirizzo n. 451/2001, riguardante il Petrolchimico ENICHEM di Brindisi applicato a Man-fredonia, attesta e prova, per le difficoltà riscontrate nell’accertamento dell’esposizione in quei siti ENICHEM bonificati non più con indagini sul campo bensì con criteri nuovi predeterminati per l’esposizione all’amianto, l’esposizione all’amianto di coloro che :
• hanno svolto specifiche mansioni che comportavano la manipolazione e/o il contatto di materiali in amianto: manutentori meccanici, carpentieri, operatore esterno manutenzione impianto e reparti, muratori edili ”; (c.d. esposizione diretta);
• hanno svolto attività in ambienti contaminati da amianto per aerodispersione delle fibre e polveri di amianto: Sono espressamente riconosciuti i benefici coloro che lavoravano in ambienti contaminati da amianto”; (c.d. esposizione indiretta)
• hanno svolto un ruolo operativo o di responsabilità o vigilanza con manipolazione e/o contatto di ma-teriali in amianto: capi squadra, controllo lavori, tecnici, coordinatori lavori, capo cantiere, direttore, responsa- bili, ecc..” (c.d. esposizione diretta)
• sono stati addetti alla manutenz. Centrale Termoelettrica e figure polivalenti, ecc. (Tribunale di Foggia –Sezione Lavoro, Dott.ssa CHIDDO, sentenza 7765 del 05.12.2007).
Nel caso di specie tutti i lavoratori del Petrolchimico ENICHEM di Manfredonia hanno ottenuto una certificazione INAIL di esposizione all’amianto collettiva e generale, con il riconoscimento del diritto ex lege – ratione temporis - di cui all’art. 18, co 8, della Legge 179/2002.

Il Terzo Rapporto Registro Nazionale Mesoteliomi - Tabella 16.14 Mansioni svolte dai lavoratori nell’Industria Chimica afferma quali soggetti sono stati esposti all’amianto e cioè :
1. impiegati d’ufficio : Impiegati, Dirigente, per esposizione indiretta;
2. personale qualificato e non : responsabile meccanico, tecnico, meccanico, operaio, carpentiere, manutentore macchine e tornitore, muratore, per esposizione indiretta e diretta;
Il Giudice del Lavoro, Dott.ssa CHIDDO, Tribunale di Foggia, sentenza n. 7765 del 05.12.2007 ha accertato, applicando l’atto di indirizzo del Petrolchimico ENICHEM di Brindisi, esposti sette addetti alla manutenzione Centrale Termo Elettrica del Petrolchimico di Manfredonia.

INTERPRETAZIONE LEGISLATIVA AUTENTICA DELL’ATTO DI INDIRIZZO N. 451/2001.
La Legge 426 del 09.12.1998, art. 1, co. 4. lett. d)-e) definisce i Petrolchimici Enichem di Manfredo- nia e Brindisi siti di interesse nazionale contaminati da amianto.
L’atto di indirizzo n. 451/2001 del Petrolchimico ENICHEM di Brindisi consente il riconoscimento dei benefici, per i periodi di attività lavorativa svolti fino al 31.12.1992.
L’art. 1, co. 20, della Legge 247 del 24.12.2007, ribadisce l’interpretazione autentica dell’atto di indirizzo n. 415/2001 e consente il riconoscimento dei benefici per i periodi di attività lavorativa svolta fino all’avvio delle operazioni di bonifica e comunque non oltre il 2.10.2003.
Il Consiglio di Stato Sezione VI con sentenza n. 4576 del 23.03.2010 afferma: “l’atto di indirizzo n. 451/2001 attesta e prova l’esposizione all’amianto, per i periodi lavorativi svolti fino alle operazioni di bonifica e comunque non oltre il 2.10.2003.

CONCLUSIONI FINALI.
In conclusione : sono stati esposti gli impiegati ENICHEM, perché giornalmente sottoposti ad una esposizione indiretta. perché tutti gli ambienti erano contaminati da amianto per aerodispersione delle polveri di amianto, e tutto il resto del personale, escluso gli impiegati, perché giornalmente sottoposti ad una esposizione indiretta e diretta, perché svolgevano mansioni che comportava manipolazione di materiali in amianto.

20 commenti:

Anonimo ha detto...

non è una novità

Anonimo ha detto...

mortacci loro....ci ha rovinatiiiiiiiiiii

Anonimo ha detto...

amianto provoca il mesotelioma pleurico e l abstesosi...

Anonimo ha detto...

ma non esagerate!!!

Anonimo ha detto...

se nn sai, informati...ci sono diversi casi di morte lavoratori x mesotelioma pleurico dovuto ad esposizione ad amianto...l ultima sentenza che c è stata è relativa alla tyssengroup e tante altre...informati!

Anonimo ha detto...

se ti informeresti meglio,stanno città che combatto finché tale azienda rimanga in piedi!! E noi invece, abbiamo dato un calcio alla fortuna!! Da quando è andata via l'enichem c'è stato un tracollo dell'economia manfredonia! Poi con l'avvento delle nuove tecnologie le cose sarebbero cambiate. no invece dobbiamo fare i pecorai...!! Al nord Italia, stanno aziende che fanno di peggio.Manfredonia vetro è nociva quasi quando l'eniche..sveglia!!

Anonimo ha detto...

su questo nn hai tutti i torti....

Anonimo ha detto...

noi non vogliamo questo che inquina o quell'altro che fa male!! Ma se leviamo tutto, come si lavora , come dai da mangiare alle famiglie!! Bisogna combattere non per levare le aziende ma per renderle più sicure, come anche il rigasifficatore che non lo volevo a manfredonia..in quando non fa per nulla male ed non è pericoloso!! Ora invece viene costruito da tutt'altra parte dando posto di lavoro ad altre persone e non a noi manfredoniani!!

Anonimo ha detto...

se ti informassi meglio!!!!!

Anonimo ha detto...

Infatti vedi ora Mnafredonia in che stato sta!!

Anonimo ha detto...

Se ti "informassi" meglio anche tu sapresti che Manfredonia è una delle città in Italia col più alto tasso di tumori!!!...a cosa serve "dar da mangiare alle famiglie" se poi i nostri figli cresceranno in un ambiente contaminato e insalubre, che non consente un livello di vita adeguato??...la nostra bella città avrebbe dovuto svilupparsi su tutt'altro fronte, i nostri paesaggi, il nostro mare, il nostro patrimonio storico, se li sognano "al nord"!!!...Il settore trainante della nostra economia sarebbe dovuto essere il turismo non quello industriale che ci ha solo rovinato la salute e ogni possibilità di sviluppo economico e ed ecosostenibile!!

Anonimo ha detto...

dal punto di vista lessicale non e' mai emersa se per questo(premetto che sono manfredoniano!)

Anonimo ha detto...

E quindi, sei di manfredonia.E allora??"

Anonimo ha detto...

e allora cosa?!

Anonimo ha detto...

Hai detto, premetto che sono di manfredonia! E quindi??"

Anonimo ha detto...

intendevo che se faccio critiche posso permettermelo in qualita' di manfredoniano!

Anonimo ha detto...

ma puoi anche farlo se non fossi di manfredonia!!"

Anonimo ha detto...

Allora, forse non riesce a capire una cosa banale!! Sul fatto del turismo hai ragione, manfredonia doveva svilupparsi sul tale settore.Ma non è avvenuto,hanno costruito l'enichem, e come tutte le aziende di tale epoca, erano tutte nocive!!Il fatto è che se pure andavi al nord, c'erano tante enichem.Il punto è che il nord si è sviluppato e noi..poi con il passare degli anni le cose sarebbero cambiate,sarebbero diventate più sicure!In quell'epoca qualsiasi azienda che si costruiva era nociva!Visto che sei tanto ambientalista,perchè ora non mandi via manfredonai vetro?Prova a fare una cosa del genere, vedi i lavoratori dove ti mandano!!Per colpa vostra mentalità manfredonia non si è sviluppata!

Anonimo ha detto...

no è per colpa di quelli come te che Manfredonia sta diventando una discarica piena di m... piuttosto!!!... al nord non hanno tutte le nostre potenzialità turistiche, hanno DOVUTO PUNTARE sulle industrie, noi invece siamo solo delle capre che nn hanno saputo valorizzare in alcun modo il proprio territorio!!!

Anonimo ha detto...

ma di che state parlando? Dopo l'enichem c'è stata la Sangalli e adesso l'inceneritore Marcegaglia.

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.