ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

lunedì 30 maggio 2011

Manfredonia: Torna in cattedrale il quadro della Madonna di Siponto, dopo il restauro

Martedì 31 Maggio 2011

ORE 18.00: Chiesa Cattedrale - presentazione del lavoro di restauro da parte della Sovrintendenza e dei tecnici.
ORE 19.00: Piazza Giovanni XXIII - Solenne concelebrazione eucaristica presieduta da S. Ecc.za Mons Michele CASTORO, arcivescovo


Aveva lasciato Manfredonia il 3 settembre 2010 alla volta di Bari e, dopo nove mesi, tornerà ad occupare il suo posto nella Cattedrale di Manfredonia.
Stiamo parlando del quadro della Madonna di Siponto, santa patrona della città.
Anche da lontano, continuerà a vegliare su di noi”, aveva detto il sindaco Angelo Riccardi mentre, insieme all’arcivescovo Michele Castoro e all’assessore alla Cultura Paolo Cascavilla, assisteva alle operazioni con cui i tecnici della Soprintendenza rimuovevano l’icona dalla sua postazione abituale all’interno della chiesa, e la sottoponevano a un primo trattamento di protezione, per essere trasportata a Bari in massima sicurezza.

Da alcuni anni, infatti, erano state riscontrate gravi lesioni sul quadro: monsignor Domenico D’Ambrosio aveva già deciso di farlo restaurare, ma non ne ebbe la possibilità, poiché venne trasferito a Lecce.
La delicata premura del nuovo arcivescovo, Michele Castoro, con la sua sincera devozione mariana, gli ha permesso di trovare nella Banca Credito Cooperativo di San Giovanni Rotondo lo sponsor per effettuare i lavori necessari. 
E con il sostegno dei canonici della Cattedrale, si è potuto giungere al lieto evento, che martedì 31 maggio potremo vivere insieme al popolo sipontino”, ha spiegato don Fernando Piccoli, parroco della Cattedrale.
“La Madonna tornerà così a posare i suoi occhi sulla nostra comunità”, ha affermato il sindaco.
Ma in questi mesi in cui quella cappella vuota è diventata il simbolo dell’attesa, nessuno è rimasto con le mani in mano: per assicurare un ambiente più adatto alla custodia della sacra immagine si è provveduto, con il contributo dei fedeli, a migliorare l’illuminazione della loggetta che tornerà a custodire il quadro della Vergine, mentre la cornice è stata sottoposta a pulimentatura.

“La fede in Maria SS di Siponto è parte integrante della nostra essenza, una luce che si riverbera sulla nostra identità territoriale -ha continuato Angelo Riccardi-, il cuore pulsante di Manfredonia che tornerà restaurato non solo nei colori, ma nell’energia e nella forza propulsiva”.
É urgente riscoprire la bellezza interiore, che ogni persona ha occultato con la concezione di libertà individuale staccata dalla responsabilità. Il ritorno della Madonna di Siponto sia espressione del recupero della vera immagine di ciascuno di noi, e della rinascita spirituale e sociale dell’intera città”, ha concluso do Fernando.


Ufficio Stampa e Comunicazione
Comune di Manfredonia

0 commenti:

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.