ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

lunedì 2 maggio 2011

Manfredonia: Morto l'ex sindaco Nicola Ferrara

Il senatore Nicola Ferrara è deceduto improvvisamente ieri mattina nella sua abitazione.
Il sindaco Angelo Riccardi, la Giunta, il Presidente e il Consiglio Comunale di Manfredonia, interpretando il sentimento dell’intera cittadinanza, prendono viva parte al lutto che ha colpito la famiglia.
Nato a Manfredonia il 25 gennaio 1927, Nicola Ferrara si Laureò in Scienze economiche e Ccommerciali, e fu esponente di rilievo della Democrazia Cristiana.
Apprezzato per la correttezza e l’onestà, fu sindaco di Manfredonia dal 1962 al 1966, e senatore della Repubblica dal 1979 al 1987, ricoprendo l’incarico di Segretario della Commissione Agricoltura e membro delle Commissioni Lavoro, Previdenza sociale, Igiene e Sanità durante la VIII e la IX legislatura. 

Guidò una delle prime amministrazioni di centrosinistra in Italia, che ebbe il merito di costruire l’Ospedale Civile di Manfredonia, intitolato a san Camillo De Lellis.
Inaugurò la Biblioteca Comunale e presentò, con la firma di 20 senatori pugliesi, l’emendamento al Piano di riordino universitario, che diede l’avvio all’istituzione dell’Università di Foggia.
Figura esemplare, Nicola Ferrara ha legato virtuosamente il proprio nome e il proprio operato alla storia della città.
Innegabile il contributo che egli ha saputo offrire come pubblico amministratore allo sviluppo di Manfredonia, che perde un validissimo rappresentante delle istituzioni, il cui ricordo rimarrà indelebile nella memoria collettiva.

Il sindaco Angelo Riccardi
La Giunta Comunale
Il Presidente Nicola Vitulano
Il Consiglio Comunale

1 commenti:

Anonimo ha detto...

In queste ultime ore due politici ci hanno lasciato e tanti altri li hanno preceduti.Di uno si contano le opere fatte realizzare;di un alro il vuoto!Di alcuni che li hanno preceduti(prima della 2^ guerra mondiale e anche dopo:Pietro Simone e Giuseppe Brigida)e non conosciuti ,personalmente,dalle ultime 2-3 generazioni se ne parla ancora e in bene(a proposito: a quando un strada intestata a PIETRO SIMONE?),di altri si parla solo perchè interessati a sistemare le cose proprie e delle proprie famiglie.Dispiace per il lutto dei familiari ma decantarne le pseudo virtù,penso sia troppo!

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.