ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

martedì 31 maggio 2011

Manfredonia: "Con l’immondizia bisogna saperci ragionare" impareremo a farlo?

Sabato 28 maggio 2011, a partire dalle ore 18.30, presso il Laboratorio Urbano Culturale ‘Peppino Impastato’ di Manfredonia si è tenuta la conferenza-dibattito ‘Sei tu che fai la differenza!’, sulle buone pratiche di gestione dei rifiuti ai fini dello smaltimento e del recupero di energia.
La nostra è una società di consumi e, quindi, di rifiuti, tanti rifiuti, troppi rifiuti –ha dichiarato il sindaco Angelo Riccardi, intervenendo al workshop-. 
Per salvaguardare il pianeta, però, dobbiamo operare una radicale inversione di tendenza sia nel nostro modo di pensare lo sviluppo, sia nella nostra concezione di benessere. Il modello consumistico, infatti, impostoci come sinonimo di benessere, sta abbassando inesorabilmente il livello della qualità della nostra vita; per cui, oggi, non si può più pensare un futuro che non sia eco-sostenibile, dove la tutela dell’ambiente e il riciclaggio non entrino nel quotidiano di ciascuno di noi, privati cittadini, aziende o ente pubblico.
Come nessuno, oggi, può più ignorare le corrette procedure per differenziare i propri rifiuti”.


In tal senso si sono mossi i lavori della conferenza-dibattito organizzata dall’associazione ‘Movimento social-sipontino’ in collaborazione con la Provincia di Foggia, il Comune di Manfredonia, l’azienda Ase e la ‘Zero Waste International Alliance’.
Con l’immondizia bisogna saperci ragionare -ha esordito il relatore della serata, Roberto Cavallo, presidente della cooperativa ‘Erica’-, individuando nel riciclo e nella riduzione degli scarti la forza delle nuove politiche ambientali”.
Il dottor Cavallo ha, quindi raccontato, l’esperienza in atto nel Comune di Capannori, il primo in Italia ad aver aderito, già dal 2007, alla strategia ‘Rifiuti Zero al 2020’, con la scelta di convertire il sistema di raccolta dal cassonetto al sistema domiciliare.

Nel 2010, inoltre, primo in Europa, Capannori ha istituito un ‘Centro di Ricerca sui Rifiuti’, per un monitoraggio costante e attivo del percorso verso gli obiettivi prefissati, ampliando l’azione comunale anche alle attività produttive, al mondo della ricerca, della progettazione e dei soggetti economici del territorio.
L’Amministrazione di Capannori ha ingaggiato con determinazione questa sfida per la sostenibilità, costruendo alternative che passano attraverso una vera partecipazione della cittadinanza alla costruzione di buone pratiche collettive, dimostrando nei dati e nei fatti che l’aumento dei rifiuti non è un dato immodificabile, ma un fattore che può essere governato con una politica coraggiosa che guarda alla eco-sostenibilità per un comune futuro possibile”, ha sottolineato Roberto Cavallo.

La cosa fondamentale è costruire una mentalità, un’abitudine cittadina alla raccolta differenziata –ha commentato il sindaco Riccardi-. 
Il Comune di Manfredonia sta lavorando sodo per innescare il meccanismo virtuoso del riciclo, investendo energie e attivando iniziative che diano ai cittadini la consapevolezza di giocare un ruolo prezioso nel migliorare la propria città. 
E ci siamo già avviati sulla strada della raccolta differenziata, anche porta a porta, stipulando un accordo con il Conai. 
Certo, siamo appena agli inizi, e ci sarà bisogno del contributo di tutti, con costi aggiuntivi per i nuovi cassonetti e, probabilmente, con l’aumento della tarsu. Ma, applicando il principio del riciclaggio, tali costi saranno abbattuti in modo significativo nel giro di pochi anni”.
Il sindaco di Manfredonia ha, quindi, rivolto un appello ai rappresentanti delle diverse associazioni di categoria per portare avanti un’intensa campagna di informazione e sensibilizzazione, affinché il riciclaggio diventi una filosofia di vita.

Educare i cittadini alla salvaguardia ambientale è un atto di civiltà ecologica e amministrativa, oltre che concreta occasione di risparmio economico. La nostra Amministrazione si muoverà sempre più in questa direzione, con impegno crescente da parte nostra, ma anche da parte dell’intera cittadinanza, a cui chiediamo l’assunzione di responsabilità nel rispetto delle regole”, ha concluso Angelo Riccardi.


Ufficio Stampa e Comunicazione
Comune di Manfredonia

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Bravo Sindaco, troppi rifiuti e qui necessita emulare
i Napoletani che hanno saputo fare pulizia ed eleggere un uomo che farà pulizia.
Viva Grillo viva l'Italia dei Valori
viva i giovani

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.