ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

martedì 12 aprile 2011

Trivellazioni Tremiti: Gatta, il Ministro, riveda al più presto tale decisione

Il Consigliere regionale Pdl e vicepresidente della IV Commissione consiliare, Giandiego Gatta ha diffuso la seguente dichiarazione:
“L’autorizzazione rilasciata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di concerto con il Ministero dei Beni e le Attività Culturali alla ricerca di idrocarburi al largo delle Isole Tremiti è assolutamente non condivisibile e crea un giustificato allarme e preoccupazione in tutti coloro i quali giustamente ritengono che il mare del Gargano debba essere assolutamente preservato da operazioni che attentino alle nostre eccellenze, invidiate in tutto il mondo.

Proprio mentre la spiaggia di Vieste finisce nella ‘top ten’ mondiale della classifica delle migliori spiagge edita da ‘TripAdvisor’, e a distanza di poco tempo dall’inserimento del Gargano tra le 30 mete mondiali suggerite dal New York Times, con una improvvida decisione si rischia di compromettere la più grande risorsa di cui la Capitanata e l’intero Adriatico dispone: il meraviglioso ed incontaminato mare delle Isole Diomedee ed i tesori paesaggistici e naturalistici dell’intero Gargano.
Voglio augurarmi che il Ministero dell’Ambiente riveda al più presto tale decisione alla luce delle criticità ambientali che potrebbero derivare dalle attività di prospezione, ricerca e coltivazione degli idrocarburi, anche al fine di evitare strumentali attacchi al governo centrale da parte di consiglieri regionali di maggioranza, che fingono di non sapere che nell’iter di valutazione di impatto ambientale presso i succitati Ministeri la Regione Puglia non presenziò ai lavori per non avere ottemperato alla nomina di un suo rappresentante nella Commissione Tecnica dell’Impatto Ambientale VIA/VAS.

Al di là delle responsabilità dei singoli Enti, ed al fine di evitare di cadere nella trappola di condizionamenti di schieramento, che non hanno motivo di esistere quando è in gioco lo sviluppo ed il futuro stesso di un territorio, posso affermare di non avere alcuna esitazione a schierarmi dalla parte di chi non solo ama l’ambiente, ma da quel mare trae la propria fonte di sostentamento e la propria ragione di vita.

Giandiego Gatta
Consigliere Regionale PDL

1 commenti:

1 che ha bruciato la scheda elettorale ha detto...

Davvero strani questi politici difendedno o meglio cercano di difendere a spada tratta il mare di altre cittadine, mentre il mare e le coste sipontine vengono martoriate con il cemento, paludi e inquinamento.
Siete tutti uguali.
Il mio voto non l'avrete mai più.

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.