ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

venerdì 18 febbraio 2011

Manfredonia: "Terroni" di Pino Aprile sabato al Luc, dibattito con l'autore

Io non sapevo che i piemontesi fecero al Sud quello che i nazisti fecero a Marzabotto…
Ignoravo che, in nome dell’Unità nazionale, i fratelli d’Italia ebbero diritto di saccheggio delle città meridionali…
Non sapevo che in Parlamento, a Torino, un deputato ex garibaldino paragonò la ferocia e le stragi piemontesi al Sud a quelle di “Tamerlano, Gengis Khan e Attila”.
Né che si incarcerarono i meridionali senza accusa, senza processo e senza condanna… briganti per definizione, perché meridionali. E, se bambini, briganti precoci; se donne, brigantesse o mogli, figlie, di briganti; o consanguinei di briganti (sino al terzo grado di parentela); o persino solo paesani o sospetti tali. Tutto a norma di legge…
Non sapevo che il paesaggio del Sud divenne come quello del Kosovo, con fucilazioni in massa, fosse comuni, paesi che bruciavano sulle colline e colonne di decine di migliaia di profughi in marcia.
Non volevo credere che i primi campi di concentramento e sterminio in Europa li istituirono gli italiani del Nord, per tormentare e farvi morire gli italiani del Sud, a migliaia, forse decine di migliaia…
È un brano tratto da ‘Terroni’, il libro campione d’incassi del 2010 scritto dal giornalista Pino Aprile, che il sindaco Angelo Riccardi ha voluto portare a Manfredonia.
Perché, a centocinquant’anni dall’Unità d’Italia, la differenza tra Nord e Sud si è addirittura accentuata. E il libro di Pino Aprile analizza i motivi sociopolitici di questo processo, senza paura di rivelare realtà talmente scomode che anche i libri di storia hanno sempre sottaciuto”, spiega il primo cittadino Riccardi che, sabato 19 febbraio 2011, presenterà il volume insieme all’autore e al giornalista Micky De Finis.

A partire dalle ore 17.00, dunque, al Laboratorio Urbano Culturale ‘Peppino Impastato’ luci puntate su tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero meridionali.
Credevamo di sapere tutto sulla storia d’Italia, e sui sacrifici fatti dai nostri padri per l’unità nazionale; ma Pino Aprile, giornalista e scrittore pugliese che ha diretto importanti settimanali e ha collaborato con Sergio Zavoli, ha aperto una nuova, sconvolgente finestra da cui guardare. E dopo nessuno potrà più dire -Non lo sapevo”, ha sottolineato il sindaco di Manfredonia, promotore dell’iniziativa.

Ufficio Stampa e Comunicazione
Comune di Manfredonia

0 commenti:

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.