ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

venerdì 28 gennaio 2011

Manfredonia: 15° Censimento, 15 persone nelle vie muniti di carte e piantine

A Manfredonia comincia la conta dei numeri civici degli edifici della città.
L’operazione rientra nelle attività propedeutiche al 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni, che investirà tutta l’Italia a partire dall’autunno 2011, e di cui la Rilevazione dei civici costituisce uno strumento indispensabile.
Per le indagini sul campo il Comune di Manfredonia ha ritenuto necessario avvalersi di 15 dipendenti interni, appositamente selezionati e formati in relazione all’attività da svolgere.

A partire da oggi i 15 operatori incaricati, forniti di apposito cartellino di riconoscimento dell’Istat, con foto e firma del sindaco, saranno impegnati nelle operazioni di rilevazione dei numeri civici.
Li vedremo aggirarsi, dunque, nelle vie di Manfredonia muniti di carte e piantine, per constatare l’effettiva corrispondenza tra le mappe catastali consegnate dall’Istat e il reale stato delle cose.
Per ciascun edificio verranno rilevati il relativo codice, desumibile dalla mappa, le caratteristiche richieste e il numero di unità immobiliari (distinte in abitative e non abitative), correggendo eventuali errori e integrando, quando necessario, il modello precompilato con indirizzi non presenti.
Alla fine verranno effettuate le verifiche di congruenza tra le informazioni raccolte, le eventuali integrazioni e le notizie presenti nella banca-dati dell’Amministrazione Comunale.
Grazie a questa operazione, il Comune disporrà di un indirizzario aggiornato e condiviso con l’Istat, requisito essenziale per il buon esito del prossimo censimento della popolazione e delle abitazioni.

Ufficio Stampa e Comunicazione
Comune di Manfredonia

0 commenti:

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.