ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

giovedì 27 gennaio 2011

Le strade della Capitanata in condizioni pietose, la colpa, della Regione...

L’assessore provinciale ai Lavori Pubblici, Domenico Farina, ha inviato una lettera al suo collega regionale alle Opere Pubbliche, Fabiano Amati, segnalando le condizioni in cui versano numerose arterie provinciali. La missiva ha l’obiettivo di sollecitare la Giunta regionale a fornire una risposta circa i tempi di definizione e di assegnazione dei finanziamenti previsti all’interno del ‘Programma straordinario di viabilità regionale’.

Quella offerta dall’erogazione di questi finanziamenti – afferma Farina – è una grande opportunità per mettere in sicurezza le strade della Capitanata, integrando l’attività manutentiva straordinaria con quella ordinaria, il cui piano è stato recentemente approvato dal Consiglio provinciale”. E proprio l’assemblea consiliare di Palazzo Dogana, solo qualche mese fa, aveva predisposto la griglia degli interventi (per un ammontare complessivo di 50 milioni di euro, ndr) da candidare all’ottenimento dei fondi del programma regionale, trasmettendola alla Regione Puglia nei tempi stabiliti dall’assessore Amati. “Abbiamo investito energie ed impegno in un lavoro di partecipazione che ci ha permesso di ottenere intorno alle priorità di intervento la condivisione dell’intera platea dei sindaci del territorio e l’unanimità del Consiglio provinciale – prosegue l’assessore ai Lavori Pubblici –. 
Ci siamo misurati con la sfida che ci imponeva di ‘fare sistema’ e di operare con celerità e precisione sul piano tecnico. Adesso, però, occorre che con altrettanta rapidità giungano dalla Regione le risposte che la Capitanata aspetta”.

Alla lettera trasmessa all’assessore Amati, infatti, Domenico Farina ha allegato un prospetto fotografico della situazione in cui versano alcune delle strade la cui manutenzione straordinaria è contenuta nel piano provinciale inviato alla Regione Puglia. 
La condizione precaria e pericolosa di queste arterie da un lato e le legittime proteste che ci arrivano dai cittadini dall’altro – sottolinea Farina – ci impongono di chiedere alla Giunta regionale di adottare in tempi brevi la delibera di approvazione dell’elenco degli interventi da ammettere definitivamente a finanziamento, facendo partire contestualmente l’erogazione materiale dei fondi previsti”.

Non c’è nella nostra iniziativa alcun intento polemico – precisa l’assessore provinciale – perché siamo coscienti che i tempi per la chiusura formale di un programma così complesso, anche sul fronte dell’impegno finanziario, sono lunghi. E tuttavia facciamo appello alla sensibilità politica ed istituzionale dell’assessore Amati – conclude Farina – perché la sicurezza della nostra gente, legata alla percorribilità delle strade della Capitanata, non può non rivestire carattere di priorità tra gli obiettivi dell’azione amministrativa della Giunta regionale. Siamo fiduciosi che la Regione Puglia sappia cogliere la necessità di una netta accelerazione nell’adozione della delibera, così da evitare che la Provincia di Foggia si trovi nella impossibilità materiale di fornire soluzioni alle istanze della sua comunità”. 

Provincia di Foggia

4 commenti:

U sgagnet ha detto...

senza che spostate in capitanata, fatevi un giro per le strade periferiche di manfredonia.

stanno molto peggio.

se avete le bende e non le vedete, vi posso dare qualche via

A quanto ammonta lo stratoferico debito sovrano del Comune di Manfredonia? ha detto...

Ha ragione u sgagnet..
nelle periferie sembra di fare la Parigi -Dakkar!!

u spulet ha detto...

è vero, vogliamo sapere a quanto ammonta il debito del comune

Perchè il Sindaco non risponde in merito al c.d. debito pubblico? ha detto...

E' più facile che venga svelato un segreto del Mossad
oppure che un prete violi il segreto professionale per
svalare un arcano che il Comune di Manfredonia sveli
il segretessimo debito pubblico e questo accende la curosità di molte e alimenta molte voci circa un imminente tracollo dell'amministrazione, alcuni parlano
parlano di cifre mostruose, intanto il Sindaco e i membri anche quelli iperpagati con risorse pubbliche, tacciono, in merito tacciano anche quelli che di solito
si dilettano ad emettere comunicati stampa su notizie
che riguardano il Comune, tacciono gli assessori, tacciano valletti e paggetti, tacciono impiegati, tacciono i politici compreso quelli dell'opposizione (!?)
l'omertà sul debito pubblico sipontino regna sovrano e
nessun giornalista o articolista propone questa domanda
perentoria al Sindaco o qualche altro organo competente..
perchè temono ritorsioni? Che cosa temomo?

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.