ATTENZIONE!!! Problemi e malfunzionamenti con la TV Digitale Terrestre, per info e spiegazioni, Digitale Terrestre Manfredonia, cliccando qui!

sabato 4 dicembre 2010

Concorso Vigili: Le 10 domande da fare al sindaco e alla sua giunta

In questi giorni nella città di Manfredonia non si parla d’altro che dell’infausto esito del concorso per 20 posti da vigile urbano bandito dal Comune.
Dibattiti maggiormente alimentati dai quesiti posti (senza ricevere risposta alcuna da chi di dovere) dal consigliere comunale Stefano Pecorella, il quale evidenziava i dubbi sulla effettiva esistenza della copertura finanziaria al concorso e, aspetto ben più grave, la mancata pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale che rende nulla la selezione. 

Vivendo quotidianamente a stretto contatto con le fasce d’età più giovani, sono stato destinatario di diverse preoccupazioni e di richieste di delucidazioni da parte di molta gente, non solo mia coetanea.
Per questo motivo, ricoprendo la carica di Consigliere Comunale, il cui ruolo è quello di essere al fianco del cittadino, mi faccio portavoce delle ansie e delle preoccupazioni sottopostemi.
Pongo alla Giunta una serie di quesiti che tutta la città chiede a gran voce abbiano risposta celere, chiara e pubblica: 

1) Se il concorso è da annullare, non a causa dell’assenza dell’idoneità di alcun partecipante, ma per la mancata pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, perché non restituite i soldi versati dagli stessi concorrenti per l’iscrizione alla prova?
2) Sapete che Google non è la legge italiana e, quindi, la pubblicazione sul motore di ricerca web non sostituisce la Gazzetta Ufficiale?
3) Perché non rispondete sull’esistenza o meno della copertura finanziaria del concorso? Anche gli organi di stampa negli ultimi giorni hanno riportato alla luce il parere negativo della dott.ssa Distante, dirigente f.f. del terzo settore, la quale vi diffidava dal procedere a nuove assunzioni. Corrisponde a realtà?
4) Perché non fornite delucidazioni anche sulla questione degli obiettori di coscienza? E’ vero che gli avete impedito di partecipare?
5) A quando la pubblicazione del nuovo bando giacché il 31 dicembre scade il termine ultimo per firmare i contratti di assunzione di nuovo personale? Quali saranno le modalità di selezione del nuovo concorso? Perché è stata nominata una commissione - tra l’altro tutta interna a Palazzo di Città ( delibera di Giunta n.447 del 26/11/2010)- prima ancora della pubblicazione del nuovo bando?
6) Perché il sindaco non ha comunicato al Consiglio Comunale l’esito del deludente concorso e tutte le polemiche successive? Forse i consiglieri non avevano il diritto di esprimere le loro legittime opinioni nell’assise comunale? O forse il Sindaco e tutta la maggioranza pensano di comunicare solo su internet o con comunicati stampa dal dubbio contenuto? E’ possibile perché si è deciso di annullare in fretta e furia il concorso, inspiegabilmente ‘gettando a mare il bambino con tutta l’acqua sporca’?
7) Il Sindaco ha annunciato un’azione legale nei confronti della società che ha preparato le domande. A che punto è l’azione legale? O è anche questo l’ennesimo spot elettorale?
8) E ‘ possibile sapere chi ha stabilito i contestatissimi criteri di punteggio?
9) Quali risvolti ha avuto la denuncia fatta dallo stesso sindaco presso la stazione dei Carabinieri a causa delle presunte pressioni circa l’esito del concorso?
10) Perché sul portale web del Comune è scomparso il comunicato stampa a firma dell’Amministrazione inerente un’improbabile accostamento ad un concorso giudicato positivamente dal Tar del Lazio? Per caso vi siete resi conto che non c’azzeccava nulla?

Alla luce di tutto questo, poca roba è il riconoscimento degli errori da parte dell’assessore Damiano D’Ambrosio (Assessore responsabile del concorso dei vigili urbani) ma, sempre meglio delle evidenti bugie del Sindaco. Orbene, è giusto ricordare che la decisione del Consiglio di Stato del 16 febbraio 2010 n.871 riprende l'articolo 4 del D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487 (regolamento recante norme sull'accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi) e stabilisce, ma non ce ne era bisogno, che il rispetto della norma è obbligatorio e, quindi, essendo la stessa norma approvata nel 1994 si applica imperativamente anche ai concorsi banditi nel 2002. Quindi, tutti i concorsi banditi dal Comune e non pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale (compresi quelli ancora in itinere), sono da ritenersi affetti da palese illegittimità.
La responsabilità politica e, soprattutto morale, per quanto successo impongono al Sindaco una pubblica lettera di scuse con la quale l’Amministrazione dichiara di restituire i soldi a tutti i partecipanti al concorso. Caso mai diminuendo gli stipendi degli assessori.
A questo punto il Sindaco e tutta la sua Giunta non dovrebbero fare altro che dimettersi poiché proponenti e firmatari della delibera del concorso da vigile urbano. Infatti, su tutti loro ricade la responsabilità tecnica e politica di questo disastro, così come su tutto centrosinistra locale che si dimostra, ora, come nel passato, incompetente e non in grado di garantire un futuro concreto e serio alla città di Manfredonia.

Antonio Conoscitore
Consigliere Comunale Pdl e Vice Presidente del Consiglio Comunale

13 commenti:

Anonimo ha detto...

che bella cappellata del consigliere speriamo che tutto ciò venga riconociuto e quindi chi ha sbagliato deve pagare quindi essere messo alla gogna mediatica e sulla graticola per 20 anni

Anonimo ha detto...

mi vergogno di appartenere a questa comunità che ha scelto con un plebiscito una maggiornaza che fa ridere.

Anonimo ha detto...

si deve essere incantato il disco. e basta con questa storia del concorso. sono ben pià seri i problemi della vita cittadina, con tutto il rispetto per venti futuri vigili...

Anonimo ha detto...

Ancora questa storia?? I problemi sono altri!!!

Anonimo ha detto...

e perchè non le hai fatte in consiglio comunale in diretta streaming?????

Michele.

Anonimo ha detto...

poco comprensibile il pensiero sopra...comunque si nota una superficialita' nel bandire questo concorso a tutti i livelli....vabbe' che il livello dei consiglieri ed assessori non e' notevole..anziiiiiiiiiiiiiiii lasciano molto a desiderare ....questa e' la politica... gente con voti (tipo al Governo) ma incapaci ed inetti....

Mambredonje ha detto...

Attenti a far domande … certi politici hanno la denuncia facile … ;-)

Anonimo ha detto...

Manfredonia non si merita tutto il male, il ridicolo,
la totale competenza alle quali stiamo assistendo,
uan città in frantumi, martoriata, violentata, struprata, alla deriva e con un debito pari a quello di una metropoli
tanto è che il Comune è omertoso nel nasconderlo ai balocchi sipontini, che anche se poco fessacchioti
e raggirevoli potrebbero capire che siamo ad un passo
da una catastrofe secolare e con gran parte della stampa
cittadina "controllata e addomesticata".

Anonimo ha detto...

MANDATE L'ASSESSORE RESPONSABILE DEL CONCORSO A CASA

NAPOLEONE BONAPARTE ha detto...

OGNI POPOLO SI SCEGLIE E SI MERITA I SUOI RE!
TRANNE ALCUNI ESEMPI DI FIGLI INTELLIGENTI E VOLENTEROSI
CHE RENDONO ONORE ALLA CITTA' LAVORANDO E VIVENDO ANCHE FUORI MANFREDONA E ALL'ESTERO, OLTRE LE ALPI E OLTRE GLII OCEANI, MA LA GRAN MASSA CHE VIVE IN PIANTA STABILE SONO CIUCHI E OCHE CHE SI SONO SAPUTI SCEGLIERE DEGNAMENTE I LORO GOVERNANTI!!!

Anonimo ha detto...

Credo che con la carenza lavorativa di cui questa città soffre, ci vorrebbero molte meno parole e molti più fatti finalizzati alla concretezza.
Tutti parlano, ma nessuno fa niente.La situazione economica sociale è grave ma sembra non importare a nessuno.Le aziende chiudono, la gente non percepisce stipendi, i giovani non possono farsi una famiglia, vergognatevi tutti in coro, voi politici che di soldi e agevolaziooni ne avete a sbafo e siete buoni solo a scornarvi!

Anonimo ha detto...

Certo che è scandaloso:
1. Perchè hanno bandito un concorso illegale.
2. Deluso tutti i partecipanti.
3. Truffato tutti i partecipanti di quelle 10 euro se non sbaglio.
4.Solo per questi motivi si dovrebbero dimettere!
Io chiamerei "Striscia la notizia" per fare un pò di luce sulla vicenda...alquanto oscura!
Per chi dice che non sono questi i problemi ma sono altri,bisogna rendersi conto che fanno una piccola truffa per un concorso, figuriamoci per tutto il resto dove girano più money....!!!

Anonimo ha detto...

Visto che torniamo sempre sullo stesso tema, ribadisco che la giornalista che ha definito i partecipanti al concorso 'somari' non ha ancora porto le sue 'pubbliche' scuse.. quindi colgo l'occasione per evidenziare una piccola curiosità sull'ignoranza in generale... :)il nome Sveva ha origine dalla regione storica e linguistica della Germania Svevia.. leggendo qua e la ho scoperto che per la cultura popolare gli Svevi sono stati di frequente oggetto di battute e racconti.. nei quali appaiono come personaggi eccessivamente avari, troppo seri, puritani o sempliciotti.In Svizzera, Sauschwab è un termine dispregiativo per indicare un tedesco, originato durante la guerra sveva del 1499. In ceco šváb significa letteralmente "scarafaggio".

Posta un commento

Censurare i commenti non fa parte della nostra politica, l'importante è mantenere un linguaggio pulito e consono, senza ledere e/o offendere la dignità altrui.